Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | February 9, 2023

Scroll to top

Top

No Comments

Mayday Parade ‘Black Lines’

Mayday Parade ‘Black Lines’
Salad Days

Review Overview

6.5
6.5
6.5

Rating

MAYDAY PARADE
‘Black Lines’–LP
(Fearless)
6.5/10


I Mayday Parade sono usciti con un nuovo lavoro, ‘Black Lines’, quinto album in studio in dieci anni. Con gli ultimi due lavori hanno suggellato la loro carriera, almeno stando alle classifiche, visto che personalmente non mi sono mai sentito troppo preso da loro, pur avendo davanti una buona band pop punk/rock, fatta eccezione per qualche singolo-comparsata su una delle innumerevoli compile della serie ‘Punk Goes…’. Questa volta però i nostri hanno deciso di inasprire il loro suono, oscurare l’atmosfera, appesantire tutto insomma, tanto che per qualche strano motivo, ascoltandoli, mi vengono in mente i Norma Jean di ‘The Anti-Mother’, ma qua siamo su tutt’altro territorio, perché si rimane comunque in zona teen pop. Si può sentire subito dall’open track ‘One Of Them Will Destroy The Other’ con delle buone chitarre distorte, proseguendo con un filotto pregevole ‘Just Out Of Reach’, ‘Hollow’ e ‘Letting Go’, che risultano essere la colonna portante del disco, assieme al singolo di debutto ‘Keep in Mind, Transmogrification Is A New Technology’, che a parer mio è però un gradino sotto alle sopracitate. Andando avanti col disco, però, si perde pian piano la mira con ballatone acustiche e pezzi troppo spersonalizzati, abbassando sensibilmente il grado d’interesse che all’inizio era decente. Però, un plauso alla prova di coraggio dei Mayday Parade per aver voluto provare ad allontanarsi dalla zona di comfort, che potrebbe essere il vero test di maturità per il prossimo disco.
(Fabrizio De Guidi, @fabriziodeguidi)

PromoImage-2

S6kJStixTi9RkhucCwaPGXw-DsjvhwoZM6ULltj6y7_BbW2hLoxxwUyk7WuApZPaNDHsEjfjjQ0j8_NEYyMgbEP5qXVUSNue4YiI4JeAFKGc_hBPBbfS5fbkxqa0Z3xRr3Nz2wXZFNfzKHq4J6mg8LwflUm0XQyMSCpqhcI=s0-d-e1-ft

Submit a Comment