Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | July 2, 2020

Scroll to top

Top

No Comments

Michael Monroe ‘Horns And Halos’

Michael Monroe ‘Horns And Halos’
Salad Days

Review Overview

7.5
7.5
7.5

Rating

MICHAEL MONROE
‘Horns And Halos’-CD
(Spinefarm/Universal)
7.5/10


Se amate il suono sleazy, dovreste conoscere molto bene Michael Monroe. Storico frontman degli Hanoi Rocks (la band che sta alla base di tutto il movimento street di fine anni ottanta, tipo Guns’n’Roses e compagnia bella), il cantante finlandese torna sul mercato con un suo nuovo album solista, quasi a dimostrare che l’età (cinquant’anni) sono tutt’altro che un problema. Accompagnato da quella che può essere definita una superband, cioè da Sami Yaffa (glorioso bassista degli Hanoi Rocks, oggi con i New York Dolls), da Dregen (chitarra dei Backyard Babies), dai fidi Karl “Rockfist” Rosqvist (alla batteria) e Steve Conte (chitarra, ex Company of Wolves, ex New York Dolls), il lungocrinito urlatore si presenta ancora in formissima, carisma ed esperienza a cementificare in un tutt’uno. Così il primo singolo ‘Ballad Of The Lower East Side’ stacca il biglietto per un viaggio di sola andata tra malinconie di tempi passati e rock’n’roll di tempi moderni, ‘TNT Diet’ esplode con la forza delle chitarre su battiti sostenuti, ‘Saturday Night Special’ possiede l’andamento dissacrante delle vecchie hit punk, ‘Eighteen Angels’ volteggia aerosmithiana attorno ad un magnifico giro di basso con fiati a supporto. Forse è meno vizioso che in gioventù, però questo Monroe maturo comunque non perde un colpo.
(Flavio Ignelzi)

Submit a Comment