Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | May 20, 2019

Scroll to top

Top

No Comments

Millencolin ‘SOS’

Millencolin ‘SOS’
Salad Days

Review Overview

6.5
6.5
6.5

Rating

MILLENCOLIN
‘SOS’-CD
(Epitaph)
6.5/10


Nono album per i Millencolin che continuano a tirare dritto per la loro strada in modo convincente. Emblematico il titolo: ‘SOS’. E’ una richiesta d’aiuto, ma anche un fottuto bisogno di cambiamento da questo piattume che ci vessa a livello sociale e politico. Ispirati sia nelle liriche che nei brani, i quali però restano abbastanza legati alla formula già sentita negli ultimi album degli svedesi. Melodia a presa diretta ma con schemi semplici e classici come nella title track, o come in ‘For Yesterday’ o ancora in ‘Reach You’. La visione dei Millencolin è ben delineata poi dal brano ‘Trumpets & Poutine’ un evidente riferimento a Trump e Putin ed ovviamente è un attacco al clima politico che stanno vivendo gli Stati Uniti, descrivendo il presidente americano come un fantoccio in mano ad una troupe di burattinai. Questa forte presa di posizione che pervade tutto l’album rende l’atmosfera molto cruda e viva, non siamo certo dalle parti di band come Propagandhi, ma il messaggio è sicuramente forte. In più la voce dei Millencolin viaggia sempre in primo piano, infatti N. Sarcevic è ancora più intenso che in passato e si può chiaramente ascoltarlo in song come ‘Nothing’ o in ‘Caveman’s Land’ che esaltano il suo stile, che ormai è diventato inconfondibile e apprezzato. Sicuramente meritevole di più ascolti.
(Giuseppe Picciotto)

Submit a Comment