Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | October 14, 2019

Scroll to top

Top

No Comments

Mind Mold ‘Mind Mold’

Mind Mold ‘Mind Mold’
Salad Days

Review Overview

7
7
7

Rating

MIND MOLD
‘Mind Mold’-EP
(Sentient Ruin)
7/10


I Mind Mold vengono dal Canada. Debuttano con un EP omonimo che ha la capacità di raccontare in cinque brani un universo sonoro fatto di una molteplicità di suoni, così estremi e perfettamente legati tra loro che fanno della band canadese una delle uscite più interessanti della Sentient Ruin Records. Una macchina avant-garde, dissonante e oscura. L’opener dell’EP ‘Whimpering Plague’ è un’unione tra black metal, doom, noise e hardcore. I Neurosis che si uniscono ai Today Is the Day. I Mind Mold, bravissimi nel muoversi ai confini degli estremismi musicali, costruiscono strati di atmosfere gotiche e raggelanti, come nel secondo brano ‘Antipath’. Un dinamismo musicale al limite della confusione nel brano ‘Opyl’: tra musica industriale e atmospheric black metal i Mind Mold scrivono un brano ossessivo e violento che a tratti ricorda la struttura martellante degli Swans. Con il brano ‘Viceregal Inhumation’ la band canadese scrive una sorta di ode 90s fatta di chitarre noise, canti dilanianti e irregolarità ritmiche. I Mind Mold continuano a protrarsi verso abissi infernali con l’ultima traccia ‘Nyx’. L’intro atmosferico è l’antitesi di un brano che interrompe con i ritmi assillanti e diventa dilatato ed agonizzante. Un pezzo quasi intimista che sviscera echi di disperazione e incubi macabri. Non c’è definizione di genere per i Mind Mold; le influenze sono tante, così come le impronte sonore. Un caos lugubre, distorto e devastante.
(Valentina Vagnoni)

Submit a Comment