Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | December 11, 2018

Scroll to top

Top

No Comments

Monument ‘Hellhound’

Monument ‘Hellhound’
Salad Days

Review Overview

8
8
8

Rating

MONUMENT
‘Hellhound’-LP
(Rock Of Angels)
8/10


L’originalità non dimora certo in casa dei britannici Monument, ma se siete fan del vecchio e sano heavy metal, questa terza loro fatica vi farà saltare in giro per casa. Il loro sound è un tributo a band leggendarie e inossidabili come Iron Maiden, Judas Priest e Running Wild, Rainbow e Deep Purple. Sanguigno metallo pesante, intriso di pelle, borchie, acuti, chitarre selvagge e tanta ma tanta energia. Il disco fila via che è un piacere, tra cavalcate, parti lente e decise, il tutto confezionato ad arte per farvi sbattere la capoccia. Musicalmente i nostri suonano in maniere fluida ed efficace, componendo brani molto orecchiabili, epici e divertenti. La voce del singer Peter Ellis (ex White Wizzard) è potente e molto ispirata e a tratti ricorda quella del miglior Bruce Dickinson. La sezione ritmica è precisa e davvero coinvolgente, mentre il lavoro delle chitarre è semplicemente sublime. Registrazione cristallina ed in grado di valorizzare il gran lavoro di questi musicisti. Chiudono le cover di ‘Long Live Rock And Roll’ dei Rainbow e ‘Deja-Vu’ degli stessi Iron Maiden, magistralmente eseguite. In un’epoca dominata da immondizia sonora, LONG LIVE HEAVY METAL!
(Marco Pasini)

Submit a Comment