Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | December 3, 2020

Scroll to top

Top

No Comments

Mustard Plug ‘Can’t Contain It’

Mustard Plug ‘Can’t Contain It’
Salad Days

Review Overview

6.5
6.5
6.5

Rating

MUSTARD PLUG
‘Can’t Contain It’-CD
(No Idea Records)
6.5/10


Non sono un fan sfegatato dello ska-core. Per questo i veterani Mustard Plug, storica band ska-punk originaria del Michigan, possono considerarsi sfortunati se hanno beccato proprio il sottoscritto come recensore. Non voglio condizionare troppo chi si appresta ad ascoltare ‘Can’t Contain It’, settimo studio-album e ritorno sulle scene a sette anni dal precedente ‘In Black And White’, perché posso assicurare che non manca niente, c’è tutto quello che ci si aspetterebbe da un disco di questo tipo. Trombe e tromboni (‘Aye Aye Aye’), ritmiche incalzanti in levare (‘We Came To Party’), motivetti spensierati (‘Bang!’), voglia di lanciarsi in baldorie di gruppo (‘Blame Yourself’), chitarrine sbarazzine (‘What Does She Know’), anche qualche pezzo più melodico e catchy (‘Gone And Faded’). Il problema è sostanzialmente mio, perché perfino campioni del genere come Voodoo Glow Skulls o Mighty Mighty Bosstones non mi sono mai piaciuti troppo, ho faticato sempre a godermeli appieno. I Mustard Plug posseggono certamente mestiere ed esperienza, sono convinto che riuscirebbero a far saltare l’intera platea di un concerto, ma personalmente preferisco altro. Non me ne vogliano. L’album è comunque gradevole persino per me.
(Flavio Ignelzi)

Submit a Comment