Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | September 27, 2020

Scroll to top

Top

No Comments

Necrot ‘Blood Offerings’

Necrot ‘Blood Offerings’
Salad Days

Review Overview

5
5
5

Rating

NECROT
‘Blood Offerings’-CD
(Sentient Ruin)
5/10


E’ ormai assodato che Oakland sia una delle città musicalmente più cool della terra. Così cool che anche il death metal si trasmorma in qualcosa di non estremamente radicato e radicale che rigetta spontaneamente ogni nuova forma sonora che non sia “true”. I Necrot ne sono la prova. Dopo quattro anni di demo e compilation finalmente decidono di rilasciare il primo full-length: ‘Blood Offerings’. L’immaginario estetico della band non differisce dagli schemi dei puristi del death: lame, sangue, feti morti, oscurità e abissi. Ma lo stile della band californiana, dalla scelta dei suoni alle capacità compositive sono inequivocabili. Pezzi che dimostrano la consapevolezza di una band che ha finalmente trovato un’identità. Non c’è dubbio che ‘Blood Offerings’ sia un disco death metal, ma nel dna dei Necrot c’è un’attitudine hardcore, decisamente figlia della città di provenienza, che rende il trio di Oakland una band con un certo grado di maturità tale da permettersi di cadere volutamente in un piglio più selvaggio e sporco, come nel brano omonimo. Quest’album non passerà alla storia come l’album death metal migliore del 2017 ma di certo è un album che ha qualcosa di non del tutto trito e ritrito da far ascoltare.
(Valentina Vagnoni)

Submit a Comment