Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | April 15, 2021

Scroll to top

Top

One Comment

Nex Cassel ‘Rapper Bianco’

Nex Cassel ‘Rapper Bianco’
Salad Days

Review Overview

7
7
7

Rating

NEX CASSEL
‘Rapper Bianco’-CD/Digital
(Adria Costa)
7/10


Ritorna Nex Cassel, rapper di origine veneta da un decennio sulla scena, che da più di 5 anni spinge la sua carriera solista con i vari mixtape (consigliato l’ascolto dei tre volumi di ‘Tristemente Noto’) e la sua prima uscita ufficiale, ‘Come Dio Comanda’. La sua nuova uscita, ‘Rapper Bianco’, è un misto di contemporaneo e retro. Contemporaneo nelle produzioni e nello stile di alcuni pezzi: per fare un esempio ‘Patrimonio Nazionale’ e ‘Beni Di Dio’ strizzano l’occhio alla dancehall e alla trap, con rime facili e ritornelli ripetitivi (impossibile non canticchiare il ritornello di ‘Benzinaio’ appena dopo averlo sentito). Forse questa parte sonora e stilistica sembra un pò forzata, forse figlia di un tentativo di allinearsi ad uno stile di altri rappers della scena mainstream. Per fortuna che la vera forza di questo disco son i pezzi che strizzano l’occhio ai’90: vere e proprie bombe, senza mezzi termini. Provate ad ascoltare ‘Scuola Classica’ (con un’ottimo Ensi, come al solito) e a non esaltarvi su ‘Proteggiti Il Collo Come La W’, provate a sentire ‘Trasmissione Del Ritmo’ (Esa ci mette del suo) e a rimanere impassibili dopo ‘Io Neanche Ti Vedo Se Non Sai Chi E’ Sean Price’ e ‘Non Voglio Fan Che Non Sappiano Chi Cazzo Sia Lou­X’. Bravi tutti, quant’è facile fare cose di qualità? Bastano tributi e citazioni ai giganti di questo genere. Altro punto di forza sono le collaborazioni, che vanno dai già sopracitati Ensi ed Esa fino, tra gli altri, Egreen e Noyz Narcos. Proprio con quest’ultimo Nex Cassel ha diviso ‘Black Market’, il pezzo che è diventato anche il video che precede l’uscita dell’album. Non è la prima volta che i due si cimentano in una collaborazione, e si vede che l’intesa è tanta perchè il pezzo è puro fuoco e la tematica è pesante: i due rapper raccontano la realtà che vivono con una provocazione: la disillusione verso il sistema, in particolare quello bancario, che li porta a eleggere il “Black Market” come soluzione di indipendenza e sopravvivenza. Un’ottima presentazione quindi per un disco con più note positive che negative, divertente da ascoltare e che conquisterà sicuramente un posto nella vostra playlist.
(Marco Mantegazza)

-4

Comments

Submit a Comment