Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | June 26, 2022

Scroll to top

Top

No Comments

Night Birds ‘Mutiny At Muscle Beach’

Night Birds ‘Mutiny At Muscle Beach’
Salad Days

Review Overview

9.5
9.5
9.5

Rating

NIGHT BIRDS
‘Mutiny At Muscle Beach’-CD
(Fat Wreck Chords)
9.5/10


Il punk rock non potrà mai morire, non importa l’infinita ripetizione formale, il suo vero spirito continuerà a vivere in album come ‘Mutiny At Muscle Beach’ dei Night Birds. Il riferimento non è certo al punk rock californiano fatto di cliché, di derive commerciali, di sonorità perfette come colonna sonora della scuola dell’obbligo, ma a quel carattere genuino come l’esistenza stessa che nessuno potrà mai far tacere. New Jersey, East Coast, i Night Birds sono la band perfetta, uomini della working class che non sognano di sfondare con la musica, ma la utilizzano come mezzo in cui incanalare le energie che la quotidianità ammassa nelle loro menti. La frustrazione di nascere super predatori e trovarsi a lavorare in un ufficio di customer service, proprio come il cantante Brian Gorsegner, è benzina che ha bisogno di essere bruciata, e il punk rock è ciò che può mettere di nuovo equilibrio in questa situazione. ‘Mutiny At Muscle Beach’ è energia pura, è vita, dove la rabbia non diventa violenza, ma feroce ironia sulle vicende umane. Pesantezza e leggerezza insieme, i Night Birds sono proprio rapaci che vivono in attesa della notte, capaci di sintetizzare davvero lo spirito che ha sempre contraddistinto questo genere musicale. Chiamatela vecchia scuola, queste dodici tracce suonano semplicemente come la passione e la necessità di fare musica, senza sovrastrutture ed orpelli, ma avendo ben chiaro come far buon uso degli strumenti, inserendosi in un preciso contesto musicale e quindi culturale. La Fat Wreck Chords si è accorta di tutto ciò, infatti questo terzo album della band sarà il primo sotto la famosa etichetta. I Night Birds non si erano finora neppure mai avvalsi di un produttore, giustamente convinti di ciò che avevano da dire senza che qualcuno ci mettesse bocca, ma adesso la collaborazione con Chris Pierce non ha snaturato affatto lo stile del gruppo, che, per esempio, ha registrato anche questo nuovo album in analogico. Chitarre metalliche, vintage, un forte sapore surf che anche il titolo suggerisce, non c’è una falla stilistica in questi venticinque minuti di coerenza punk, così attuale, stupenda e senza compromessi, dove quindi non c’è neppure la ricerca del singolo perfetto: è difficile infatti individuare una traccia che spicchi sulle altre. Le canzoni sono infarcite di rimandi metaforici alla pop-culture, dai film horror alle serie tv, fino alla storia di Mick Foley, wrestler hardcore che scrive storie per bambini, un po’ come i Night Birds trovano la via di fuga dalle lotte quotidiane mantenendo lo spirito giovane e intatto con l’unico mezzo possibile, il punk rock.
(Francesco Banci)

Submit a Comment