Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | January 22, 2022

Scroll to top

Top

No Comments

No Turning Back interview

No Turning Back interview
Salad Days

In occasione della tappa milanese del Bringin’It Back tour, che vede gli olandesi No Turning Back accompagnati dai nostrani Strength Approach e Traces Of You, abbiamo scambiato due chiacchiere con Martijn, voce e membro fondatore della band.

-11

SD: Ciao Martijn, partiamo con una veloce presentazione della tua band per chi non vi conoscesse.
NTB:Siamo i No Turning Back, hardcore band dall’Olanda! Abbiamo iniziato a suonare 16 anni fa, abbiamo buttato fuori un bel po’ di dischi in questi anni, tra full lengths ed ep, se ti piace l’hardcore di sicuro conosci i NTB.

SD: Come hardcore band avete dei forti valori legati a questa musica, avete messaggi ricorrenti? Di cosa parli principalmente nei tuoi testi?
NTB: Non abbiamo proprio un messaggio, i testi non parlano di politica o altro, sono più improntati sulla vita di tutti giorni e su come la affrontiamo, in particolare io: ogni persona ha un lato positivo e negativo quindi i miei testi son talvolta positivi (ispirazione a non mollare, guardare le cose positive nella vita e cercare di raggiungerle) talvolta negativi (contro le cose che odio della società, le cose attorno che non vanno bene attorno a me). I NTB hanno un lato positivo e uno negativo.

-5

SD: Parli anche dei temi basilari e portanti dell’hardcore?
NTB: Certo, valori come unità e amicizia vanno di pari passo con questa musica. Penso che quando sei a contatto con questa scena, per qualche ragione, viene naturale parlare di questi argomenti.

SD: Per quanto riguarda il vostro sound, rimane lo stesso tra i dischi o tentate di innovare qualcosa?
NTB: Penso che chi ascolta i nostri dischi riesca a cogliere le nostre influenze e le bands che amiamo, ci atteniamo strettamente a quello sin dal principio. Abbiamo questo stile sin da quando non era così popolare, da quando non era “cool”, e vogliamo tenerlo così: non vogliamo strane robe melodiche, i testi non cambieranno. Se compri un disco già sai cosa andrai ad ascoltare.

-6

SD: Negli anni avete avuto cambiamenti di line up, vi hanno aiutato o frenato?
NTB: Ogni volta che entra una persona nuova nella band entrano anche nuove idee, e questo rende la band più forte. Siamo ancora amici con le persone che hanno suonato con noi in passato, ma per qualche ragione la line up che abbiamo ora sembra essere la migliore di sempre, l’ultimo album ‘No Regrets’ è il miglior materiale che abbiamo registrato. I nuovi ragazzi sono più giovani di me, per esempio io ho 33 anni e il batterista 24, io appartengo ad una scena più vecchia e loro ad una più nuova, c’è un impulso, un approccio ed una fusione veramente forti.

SD: Per quanto riguarda la produzione dei vostri dischi?
NTB: Prima i nostri dischi venivano prodotti da Think Fast! Records, a partire dall’ultimo nostro lavoro abbiamo creato la Take Control Records, che è completamente nostra e con la quale abbiamo pubblicato il full length ‘No Regrets’. Volevamo focalizzarci interamente sulla band, infatti rilasceremo delle nuove edizioni di dischi vecchi già sold out, con nuovi artworks e pezzi mai pubblicati. Ci piaceva l’idea di tenere tutto nelle nostre mani, oggigiorno non servono grosse labels, siamo ritornati un po’ a come era nei tempi passati, diy.

-7

SD: Con questa vostra etichetta avete intenzione di portare avanti solo le vostre produzioni o aggiungerete delle bands al roster?
NTB: Per ora vogliamo tenerla solo per noi, vogliamo investire solo su di noi è sulle riedizioni di dischi andati sold out, chi lo sa cosa succederà in futuro.

SD: Come organizzate i vostri tour europei e mondiali?
NTB: Completamente diy. Questa band ha un’impronta completamente diy, organizziamo le nostre date, abbiamo la nostra label, l’unica cosa che non facciamo è stampare il merch ma le grafiche sono comunque fatte da noi o da persone a noi molto vicine. Proviamo a tenere tutto diy, abbiamo la nostra booking, il nostro backline anche da affittare ad altre bands, in tanti anni ci siamo sbattuti e ci siamo fatti un nome nella scena, magari per i nuovi gruppi può essere più difficile.

-8

SD: A proposito delle band che stanno iniziando il loro percorso, avete un messaggio per loro?
NTB: Se vuoi girare l’Europa, vai. Se vuoi girare il mondo, vai. Un sacco di bands pensano non sia possibile, anche io all’inizio lo pensavo. Dopo un po’ di tempo che già la band esisteva, abbiamo deciso di fare un concerto in Spagna, un solo show. Abbiamo investito e perso soldi, ma non ci interessava, perché è stata un’esperienza fantastica, l’inizio di tutto. All’inizio in Olanda non eravamo apprezzati, non suonavamo il tipo di hardcore che andava in quel periodo, ma abbiamo continuato per la nostra strada. L’importante è crederci, credere in quello che si fa.

SD: Avete sponsors che vi aiutano nel vostro percorso?
NTB: Non ne abbiamo mai avuti fino a 2 anni fa, quando abbiamo iniziato a lavorare con Monster Energy e Vans, è veramente bello lavorare con loro perché ci lasciano essere chi vogliamo, ci lasciano esprimere al meglio, non siamo obbligati a fare certe cose o a vestirci in tal modo, possiamo rimanere una hardcore band. E in più ci aiutano economicamente ad esempio stampando materiale promozionale, banners, ed altre cose che altrimenti sarebbe difficile creare. Per il resto, durante gli anni non ne abbiamo mai avuti, abbiamo sempre portato avanti tutto da noi.
-9

SD: Parliamo delle varie scene hardcore nel mondo, avete girato parecchio per tutti i continenti, diteci se avete trovato differenze tra la gente che vi ascolta.
NTB: Devo dire che nella parte europea non trovo veramente alcuna differenza, i ragazzi si vestono allo stesso modo, si muovono allo stesso modo, fanno parte della stessa scena. Anche in America la situazione è simile, se vuoi una differenza in Sud America fanno circle pit all’incontrario!

SD: Lo show sta per iniziare, grazie per questa chiaccherata, a te la chiusura.
NTB: Grazie a voi per l’interesse, sarà banale ma è sempre piacevole tornare in Italia e sfondarsi di pasta e pizza.

-10

No Turning Back I Myspace
http://www.noturningback.nl/

(Txt By Marco Mantegazza; Pics by Matteo Bosonetto x Salad Days Mag – All Rights Reserved)

Submit a Comment