Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | September 30, 2022

Scroll to top

Top

No Comments

Northcote ‘Northcote’

Northcote ‘Northcote’
Salad Days

Review Overview

7.5
7.5
7.5

Rating

NORTHCOTE
‘Northcote’-CD
(Xtra Mile Recordings)
7.5/10


Matt Goud, già cantante/chitarrista dei post-hardcorers cristiani Means, cambia registro musicale e si lancia nell’impresa in solitaria adottando uno stile cantautorale abbastanza classico. Cosa che, chiariamolo subito, non ci stupisce neanche un po’. Sembra che il folk-rock sia l’occupazione prediletta di chi vuole staccare per un po’ dalle atmosfere dure e intransigenti del punk/hardcore. Gli esempi di Chuck Ragan e Dave Hause sono richiamati anche all’interno delle note dell’ufficio stampa, ma a me vengono in mente anche gli esperimenti di Kevin Seconds, Joey Cape o del compianto Tony Sly. Bruce Springsteen è l’altro nome che ricorre spesso, e ascoltando pezzi come ‘When You Cry’ (soprattutto la parte vocale finale) o la scura (e bella) ‘Burn Right Past Them All’ la similitudine sembra abbastanza ovvia. Un pezzo come l’apripista ‘How Can You Turn Around’ riesce ad essere felice nelle scelte melodiche, sempre molto solari e mainstream, ma il meglio arriva quando gli arrangiamenti si fanno più pomposi. La produzione diligente di Colin Stewart (Black Mountain, Cave Singers, Dan Mangan), infatti, toglie schiettezza al lavoro del cantautore canadese, ma forse aggiunge un retrogusto epico che crea coinvolgimento. Che è proprio quel che capita con i dischi del Boss.
(Flavio Ignelzi)

Submit a Comment