Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | September 19, 2019

Scroll to top

Top

No Comments

Northcote ‘S/T’

Northcote ‘S/T’
Salad Days

Review Overview

6.5
6.5
6.5

Rating

NORTHCOTE
‘S/T’-CD/LP/DIGITAL
(Black Numbers)
6.5/10


Northcote è il nuovo progetto solista di Matt Goud, che in pochi ricorderanno essere stato il frontman dei Means, band christian­core degli anni 2000. Come spesso accade agli esseri umani ex hardcore kid, essi invecchiano, perdono l’esuberanza e l’energia, diventano grassi e misantropi, iniziano a puntare sulla barba lunga e l’intelletto più che sul fisico prestante; insomma, prendono una chitarra acustica e iniziano a fare concerti da seduti, prima davanti al focolare, poi nei teatri, dove il pubblico diventa ultratrentenne e con la faccia seria. Chuck Ragan e City And Colour sono esempi a cui rimandare l’ esperienza di Goud/Northcote, persone che si portano dietro il loro vecchio pubblico ormai cresciuto, che ha paura a buttarsi nel pit e preferisce la profondità struggente del folk rock acustico, genere a cui spesso vengono attribuite etichette fuori luogo solo per i trascorsi dell’artista in questione. Questa è roba da Bruce Springsteen, non è per forza “post­qualcosa”, è carina, ascoltabilissima, piacevole, che se non sei in grado di capire l’inglese diventa giusto un sottofondo a volte monotono. L’antica carica hardcore non può esistere in tutto questo, serve solo come scusa per potersi sedere con la “coscienza pulita”. Quindi spogliamo ‘Northcote’ degli strati pseudo intellettuali e non indugiamo in aspetti che non esistono, perché all’interno è un genuino disco dell’anima, intimo e profondo, dai bei suoni e dalle calde atmosfere, con la protagonista voce di Goud che riesce molto bene a trasmettere tutto questo.
(Francesco Banci)

Submit a Comment