Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | June 25, 2019

Scroll to top

Top

No Comments

Of Mice & Men ‘Defy’

Of Mice & Men ‘Defy’
Salad Days

Review Overview

6.5
6.5
6.5

Rating

OF MICE & MEN
‘Defy’-CD
(Rise)
6.5/10


Nuova vita per gli Of Mice & Men che ripartono da dove si erano fermati (l’enigmatico split con l’ex singer Austin Carlile) rilocando Aaron Pauley a ruolo di cantante titolare oltre che di bassista. Togliamo subito ogni dubbio: Aaron non è un principiante e dietro al microfono non fa di certo rimpiangere l’errante Austin, aiuta in questo senso la produzione iper clinica e pulita di un signore come Howard Benson che enfatizza sia le parti pulite che quelle urlate. Detto questo i brani presenti su ‘Defy’ riprendono per fortuna il discorso interrotto dal più che discreto ‘Restoring Force’ lasciando al palo lo scialbo ‘Cold World’ e la titletrack posta abilmente a inizio lavoro certifica questa rinnovata capacità di suonare heavy e accattivanti in un colpo solo. Le già note ‘Unbreakable’ e ‘Vertigo’ si posizionano al vertice di una ipotetica classifica di gradimento in una tracklist abbastanza omogenea e mediocre nella più pura accezione del termine: la sensazione ascoltando ‘Defy’ è che sia tutto suonato molto bene ma con pochi guizzi, cercando in un certo senso di dimostrare ai propri fans di essere ancora parte del gioco ma senza rischiare nulla. Forse l’unico azzardo è proporre ‘Money’ dei Pink Floyd (piacevole riproposizione che non fa inorridire… vi ricordate le Kittie alle prese con ‘Run Like Hell’? Spero per voi di no!), non tanto per l’esecuzione in se, abbastanza standard e piacevole, ma proprio per la scelta di proporre un brano lontano dalla sensibilità della band e posizionarla proprio a metà tracklist. ‘Defy’ rimane una buona prova, forse di routine per chi ama queste sonorità, ma la sensazione è di trovarsi di fronte ad un gruppo che deve ancora assestarsi dopo il traumatico cambio di line-up.
(Davide Perletti)

Submit a Comment