Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | April 15, 2021

Scroll to top

Top

No Comments

OH THE HUMANITY! ‘OH THE HUMANITY’

OH THE HUMANITY! ‘OH THE HUMANITY’
Salad Days

Review Overview

7
7
7

Rating

OH THE HUMANITY!
‘Oh The Humanity’-LP
(Hellminded)
7/10


I punti di riferimento proposti nella bio (A Wilhelm Scream, Propagandhi, Strike Anywhere, No Trigger) non necessitano di correzione, c’è una bella serie di pezzi veloci e potenti con la propensione al metal nella mezz’ora abbondante confezionata da Oh The Humanity! per il loro nuovo omonimo disco. ‘Here We Go Again’ sono le prime quattro parole cantate e forse anche la mia prima e immediata sensazione nell’ascoltare, ma ci pensa quello schiaffo di ‘Wit’s End’, al secondo posto nella track list, a rimettermi in carreggiata. ‘Gainesville’ poi me li rende subito simpatici perché “40 more beers and 3 more shows” è esattamente l’idea che vi accompagna costantemente nel fine settimana di The Fest. Una manciata di pezzi mid tempo permette al disco di non sembrare troppo monolitico e l’ottima impostazione del cantato di Kevin Athas fa il resto. Undici pezzi in uscita su Hellminded Records, etichetta cui Shades Apart e No Escape hanno affidato i propri comeback e che in catalogo ha anche un bellissimo singolo degli School Drugs.
(Marco Capelli)

Oh The Humanity 2020 - Photo by Joe MacFadzen

© 2020 Joseph MacFadzen | https://joemacfadzen.com

Submit a Comment