Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | February 19, 2019

Scroll to top

Top

No Comments

Palisades ‘Outcasts’

Palisades ‘Outcasts’
Salad Days

Review Overview

6.5
6.5
6.5

Rating

PALISADES
‘Outcasts’–LP
(Rise Records)
6,5/10


Per chi non ha sotto controllo il catalogo Rise Records, artisti come i Palisades potrebbero far storcere il naso e, nel caso capitasse loro sotto mano ‘Outcasts’, credo che la reazione immediata sarebbe quella di lanciarlo sulla corsia dell’ autostrada più vicina o usarlo come supporto per la gamba di un tavolo o… insomma avete capito. Quindi, se non siete avvezzi a sperimentazioni di sorta, influenze, mischioni, ecc., potete anche dimenticarvi che questa band esista. I Palisades sono ascrivibili al posthardcore electronicore, come Attack Attack!, Woe, Is Me e Issues (tutti Rise Records, guarda caso!), e che in qualche modo ne ricalcano le gesta: synth, autotune, effetti, chitarre e breakdown sono all’ordine del giorno e non c’è molto altro da dire perché purtroppo l’album è sì vario ma un po’ troppo piatto. Volendo scegliere due tracce, prenderei ‘Your Disease’ e ‘Betrayed’, in qualche modo le più solide e più d’impatto, mentre abbiamo spazio anche per un pezzo acustico che è ‘Sidney’. Se vi ritenete ascoltatori senza “paraocchi”, andate direttamente a visionare prima qualche traccia su Youtube o meglio prima recuperate l’ultimo dei Woe, Is Me ‘Genesi[s]’ o l’EP degli Issues ‘Black Diamonds’, che non mi vergogno di dire ho apprezzato molto.
(Fabrizio De Guidi)

Submit a Comment