Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | March 23, 2023

Scroll to top

Top

No Comments

Quercia ‘Di Tutte Le Cose Che Abbiamo Perso E Perderemo’

Quercia ‘Di Tutte Le Cose Che Abbiamo Perso E Perderemo’
Salad Days

Review Overview

8
8
8

Rating

QUERCIA
‘Di Tutte Le Cose Che Abbiamo Perso E Perderemo’-DIGITAL
(Autoproduzione)
8/10


Subito dopo aver cliccato play per ascoltare ‘Di Tutte Le Cose Che Abbiamo Perso E Perderemo’, mi sono apparsi subito chiari i temi fondanti della produzione della band Quercia: sofferenza, abbandono, vuoto attorno a sé, un’intima vulnerabilità tradotta in un affresco liquido che poggiano le loro basi su un marcato post hardcore molto emotivo a tratti con venature screamo e, poi sì, su un post rock diretto senza troppi fronzoli. Tutto ruota intorno al tema della perdita affettiva, materiale e di sé stessi e a come esorcizzarla. I brani ‘Buio’ o ‘Corridoio’ sono luoghi oscuri dell’io che cerca disperatamente di aggrapparsi per non cadere o distruggersi. In ‘Fiammiferi’ si urla che perderemo tutte le cose che abbiamo e in ‘Muro’ l’insicurezza che ci porta ad alzare un muro altissimo per poi non avere più contatti con nessuno. In sintesi, questo album è un concept sull’abituarsi a pensare che nessuna perdita sarà mai l’ultima per nessuno, come gli stessi componenti della band ci dicono nella descrizione di questo lavoro che suona come un velo bagnato sulla faccia. Questo dei Quercia è un genere certamente prosciugato, come un albero alla fine dei suoi giorni, secco ed infine succhiato, ma qui, in questa sbalorditiva seconda uscita, di linfa ne sgorga ancora ed è bello sorprendersi come di questo nuovo prodotto della band di Iglesias ce ne sia bisogno realmente. Ascolto essenziale di questi primi mesi del 2019.
(Giuseppe Picciotto)

Submit a Comment