Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | November 21, 2019

Scroll to top

Top

No Comments

Raised Fist ‘From The North’

Raised Fist ‘From The North’
Salad Days

Review Overview

8.5
8.5
8.5

Rating

RAISED FIST
‘From The North’-LP/CD/Digital Download
(Epitaph)
8.5/10


Verso la fine degli anni’90/primi anni 2000, mi ricordo che in Romagna i Raised Fist erano davvero popolari, anche fra chi prediligeva un tipo di hardcore molto melodico. Ironia della sorte, il loro comeback dopo 5 anni lo fanno uscire sotto Epitaph, che nei decenni scorsi ha dato alle stampe tante perle di hardcore melodico dall’assolata California del sud. I Raised Fist sono delle macchine in assetto da guerra totale, su questo non ho dubbi. Gli svedesi sono sempre stati un capo saldo di quell’hardcore nord europeo granitico e velocissimo, che dal vivo ha fatto sempre sfracelli. Ora, nel 2014, li ritroviamo di nuovo alla sbarra di partenza, con tanto bagaglio culturale in più, maturazione e con la consapevolezza totale dei propri mezzi. Il suono dei Raised Fist ha cambiato ancora una volta pelle, sposando un hardcore mid tempo, dove la velocità pura è totalmente assente, ma non per questo il tutto risulta meno violento. Il gruppo ha saputo miscelare sapientemente l’urgenza dell’hardcore, con il muro del suono del metal, con un pizzico di pesantezza tipico di certo alternative rock degli anni ’90. Il risultato è eccellente. Una bestia famelica che si muove in un angusto spazio, pronta a dilaniare la propria gabbia e ad azzannarvi al collo. La voce è ruvida come carta vetrata, sempre sul limite di spezzarsi. I riff di chitarra sono amalgamati alla perfezione, costruiti in maniera ineccepibile e conferiscono all’ascoltare un senso di potenza assoluta. Sezione ritmica fondamentale per questo tipo di suono, in grado di dare corpo e spessore a pezzi pesanti come macigni. I Raised Fist ci hanno dimostrato che per suonare violento e “in your face” non è necessario lanciarsi in furibonde cavalcate al limite dell’umano, ma è possibile farlo suonando in maniera pesante e ricca di sfumature. Alla fin fine sta tutto in questa semplice formula. Formula che i Raised Fist hanno applicato appieno.
(Marco Pasini)

Submit a Comment