Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | October 6, 2022

Scroll to top

Top

No Comments

Rake-Off ‘In Twenty Sixteen’

Rake-Off ‘In Twenty Sixteen’
Salad Days

Review Overview

8
8
8

Rating

RAKE-OFF
‘In Twenty Sixteen’-TAPE/Digital
(Autoprodotto)
8/10


Vi ricordate i Rise From The Agony? I While You Wait? Spaccavano di brutto e suonavano un hardcore super potente. Sapete cosa succede adesso? Molto semplice, tre di quei giovanotti carichi di adrenalina hanno formato una nuova band, da amici e spaccano ancora di più. Stiamo parlando dei Rake-Off, sono una nuova hardcore punk band con base a Roma ma formata da elementi sparsi e per lo più abruzzesi. Pochi fronzoli, i Rake-Off suonano quel tipo di hardcore super veloce, sporco e cattivo che piace a tutti. A tratti ricordano i primi Down To Nothing, qualche volta ricordano i più odierni ma già sciolti Rotting Out o i Back Track. Mid-tempo ben accentuati, basso compresso e tagliente e poi la voce di Straccio, il cantante, stridula, aggressiva e potente. Hanno da poco rilasciato il loro primo disco intitolato ‘In Twenty Sixteen’, autoprodotto e adesso fuori in versione digital e in cassetta (due colori disponibili: rosso e bianco) solo per appassionati e collezionisti intenditori. Sono nove brani ed anche se la registrazione non è impeccabile (effettivamente presenta qualche sbavatura nel mix tra i volumi, la chitarra potrebbe essere tirata su un altro pochetto), funzionano a dovere. Credo sia importante sottolineare quanto la passione faccia da padrona in un lavoro come questo, nato a distanza di anni dallo scioglimento delle loro vecchie band, esperienze formative e sicuramente d’impatto anche quelle. Difficile scegliere un brano in particolare tra i nove, come il migliore della lista. Suonano tutti molto bene e scorrono velocissimi senza annoiare. La grafica in copertina ritrae dei mostri sovrastati dalla morte con la falce in mano, il colore di sfondo è il rosso, il logo è semplice, ben leggibile e rovinato al punto giusto, direi che può bastare: è una bomba. Speriamo di vederli presto in giro ma prima di tutto ascoltate il loro disco e comprate la
cassetta, ne vale la pena.
(Turi Messineo)

0007859250_10

Submit a Comment