Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | February 4, 2023

Scroll to top

Top

No Comments

Rebel Wizard ‘Magickal Mystical Indifference’

Rebel Wizard ‘Magickal Mystical Indifference’
Salad Days

Review Overview

9
9
9

Rating

REBEL WIZARD
‘Magickal Mystical Indifference’-LP
(Prosthetic)
9/10


Dietro il nome Rebel Wizard si cela l’australiano NKSV, polistrumentista che si occupa di tutto all’interno di questo terzo capitolo della sua saga musicale. Questo ‘Magickal Mystical Indifference’ e’ davvero intrigante e molto interessante sotto tutti i punti di vista. E’ un conturbante ibrido a base di heavy metal, death metal, black metal, punk, hardcore e qualcosina di dark new wave. Il nostro e’ dotato di una voce lacerante, che non lo fa certo sfigurare in quanto a potenza e violenza rispetto ai colleghi norvegesi. Musicalmente il nostro fonde la potenza dei riff e assoli heavy metal con la glacialita’ e brutalita’ del black metal old school, creando un muro di suono travolgente, che ogni tanto viene spezzato da accenni dark new wave, cosa che fa risaltare ancora di piu’ la qualita’ delle sue composizioni. L’atmosfera sprigionata da questi solchi e’ di pura decadenza e tristezza, filtrata attraverso una elegante brutalita’. Il suo retaggio punk hardcore e’ in bella mostra, ereditando l’immediatezza e la schiettezza di due generi che non sono mai andati tanto per il sottile. La pesantezza viene garantita dal suo rifarsi a quel death metal piu’ crudo che trovano in band come Bolt Thrower terreno fertile. Il black metal, come scrivevo piu’ sopra dona quella freddezza, mentre quel pizzico di dark new wave conferisce al tutto un’aurea di mestizia. Se volete provare lo step successivo a band come i Midnight, siete pronti a questo magico viaggio…
(Marco Pasini)

promoaccessory_853242

Submit a Comment