Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | January 31, 2023

Scroll to top

Top

No Comments

SCNTST ‘Self Therapy’

SCNTST ‘Self Therapy’
Salad Days

Review Overview

8
8
8

Rating

SCNTST
‘Self Therapy’-CD, LP, Digital
(Boysnoize Records)
8/10


I complimenti si sprecano per il giovanissimo “prodigio” della musica electro Bryan Muller aka ‘SCNTST’ -20 anni vive a Berlino- arrivato al suo nuovo album di debutto ‘Self Therapy’ (Boysnoize Records) uscito il 25 novembre. Un arrangiamento dinamico di quindici traccie caricate a molla che esplodono in una quasi trascendentale esperienza a colpi di elettronica, con un suono unico che porta (e porterà per molto) l’impronta del giovane SCNTST. Parlando di come suona il disco direi che mix è la parola più adatta: dentro ci troviamo dall’elettronica, al jazz, alla D’n'B, al Dub fino al Rock o l’HipHop; tutte sonorità così diverse ma tanto abilmente sistemate assieme. Il risultato finale è un’armonia musicale che prende solo il meglio di questi stili e li “pompa” in un groove pienamente electro music. L’opening track ‘Velour’ funge quasi da ninna nanna elettronica, intricando battute sottili con linee ricche di bassi altalenanti che trasportano l’ascoltatore in uno stato cosmico, surreale. ‘Wavez Change’ è altrettanto sobria, con le sue armonie di pianoforte e i doppi bassi incalzanti ma comunque ammortizzati. ‘Park By Night’ e ‘Percee Scan’ ci portano alla parte “picchiaduro” dell’album grazie ad un sound techno veramente robusto e ben strutturato ritmicamente (ancora un po’ troppo melodico) arricchito dagli effetti flanger old school. ‘Murder’ si fà strada con una batteria jazz e bassi corpulenti a raffica; mentre con ‘Chilliger’ viene fuori la vena hiphop di Bryan che sia avvale della collaborazione di Jean Bordello (Mc e Dj della scena tedesca) con un intro rappato e una base molto più energica. In tutte le tracce si capisce quanto SCNTST si sia ispirato ai grandi Djs tedeschi come Paul Kalkbrenner (nel suo film ‘Berlin Calling’) e ai suoi vari collaboratori Boys Noize, Audionite, Strip Steve, Daniel Avery e Jimmy Edgar. ‘SCNTST’, sotto l’ala della Boysnoize Records, sta guardando crescere le sue opere e la sua reputazione tra Baltimora, Detroit, Londra e Berlino. Il suo ‘Self Therapy’ è un album di debutto inarrestabile e probabilmente destinato a scalare le vette delle classifiche musicali internazionali e chissà se più in là non lo vedremo affiancare i grandi Djs della scena techno-electro. La Boysnoize Records ha avuto “l’occhio lungo” investendo in questo giovane grande talento, che tanto sta già dimostrando e ancora tanto deve dare.
(Lorenzo Bonechi)

Submit a Comment