Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | October 3, 2022

Scroll to top

Top

No Comments

Set It Off ‘Duality’

Set It Off ‘Duality’
Salad Days

Review Overview

6
6
6

Rating

SET IT OFF
‘Duality’-CD/LP/DIGITAL
(Equal Vision / Rude)
6/10


Prima di procedere all’ascolto della nuova fatica targata Set It Off, ‘Duality’, che arriva a due anni di distanza dal debutto ‘Cinematics’, mi era capitato di leggere su diversi siti specializzati d’oltreoceano come queste disco fosse uno dei dischi più attesi dell’anno dagli addetti ai lavori e da una nutrita schiera di fans, fanbase che la band di Tampa si è costruita durante gli otto anni di carriera supportando in lungo e in largo per il mondo band del calibro di A Day To Remember e Yellowcard. Premetto che la copertina raffigurante la band in posa a mò di boyband un po’ mi ha spaventato, bisogna sempre diffidare dai dischi con in copertina la band, a meno che non ti chiami Weezer (o Ramones, ndr). Le aspettative, comunque, non dico che erano alte, ma quasi, visto che al banco regia siede un certo John Feldman, personaggio che non ha bisogno di presentazioni e che ha fatto diventare oro quasi tutto quello che ha toccato (Story Of The Year, The Used, Mest). Spesso etichettati come band pop-punk, i Set It Off di pop-punk hanno ben poco, se non qualche sfumatura. Vedo ‘Duality’ come il mix perfetto tra i The Used di ‘In Love And Death’, i My Chemical Romance di ‘The Black Parade’ e i Fall Out Boy degli ultimi due album. Disco senza infamia ne lode e che non fa certamente gridare al miracolo che certi articoli letti sul web facevano pensare. Piacerà sicuramente ai fans delle band citate in precedenza, io preferisco guardare altrove.
(Francesco Zavattari)

shitty

Submit a Comment