Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | April 15, 2021

Scroll to top

Top

No Comments

SHIP THIEVES ‘IRRUPTION’

SHIP THIEVES ‘IRRUPTION’
Salad Days

Review Overview

8
8
8

Rating

SHIP THIEVES
‘Irruption’-LP
(Chunksaah)
8/10


Mettete da parte due minuti il passato di Chris Wollard negli Hot Water Music, non preoccupatevi delle origini del progetto Ship Thieves e sentite quanto cazzo suona bene questo ‘Irruption’. ‘The Embers Of Enlightement’ e ‘Race To Oblivion’ sono un uno-due di apertura che è tutto un programma, sentite quanto roco e aggressivo è il punk rock che ne esce, sentite le inflessioni post hardcore e immaginatevi pure i pugni alzati e tutte le barbe e le flanelle che li stanno a guardare! Suono e voce si ammorbidiscono in qualche occasione ma la sostanza del disco non cambia, punti bonus per la sintesi (dieci tracce in mezz’ora scarsa) e la presenza al basso di Chad Darby che è anche il 72simo bassista dei Samiam. ‘Irruption’ segue puntuale lo split con i Reconciler e direi che le sue prime edizioni in vinile sono andate sold out molto, molto rapidamente. E’ quel che si merita questo disco.
(Marco Capelli)

Submit a Comment