Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | December 1, 2022

Scroll to top

Top

No Comments

SKULL FIST ‘PAID IN FULL’

SKULL FIST ‘PAID IN FULL’
Salad Days

Review Overview

7.5
7.5
7.5

Rating

SKULL FIST
‘Paid In Full’-LP
(Atomic Fire)
7.5/10


Con gli Skull Fist ci si diverte sempre e anche questo ‘Paid In Full’, primo album dei canadesi per l’ambiziosa Atomic Fire Records, non smentisce questa affermazione. Il power trio di Toronto ci regala l’ennesimo solido episodio di metal legato sia alla NWOTHM (Iron Maiden e company quindi) ma anche alla tradizione più teutonica del genere: il solo di ‘Long Live The Fist’ è quasi commovente così come l’incedere spezza collo e dritto per dritto di ‘Crush, Kill, Destroy’. Zach Slaughter si conferma come un frontman di prim’ordine, virtuoso delle sei corde ma anche dinamico e rozzo cantante, con una impronta a volte ruvida e potente, altre invece sfacciatamente riferito alla scena power metal teutonica (vedi ‘For The Last Time’). Le influenze “pazze” di ‘Blackout’ danno anche quel quid di fantasia in più che in un disco di questo tipo è decisamente necessario, così come il coefficiente di divertimento di tutto il progetto. In alto i calici!
(Davide Perletti)

promoaccessory_975277

Submit a Comment