Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | September 25, 2020

Scroll to top

Top

No Comments

Slow Jams ‘Heavy Blues’

Slow Jams ‘Heavy Blues’
Salad Days

Review Overview

7.5
7.5
7.5

Rating

SLOW JAMS
‘Heavy Blues’-7”
(5FeetUnder/Sengaja/Financial Ruin)
7.5/10


Slow Jams sono un melting pot culturale con gente proveniente da varie parti d’Europa ma con sede a Berlino. Attivi da un paio d’anni e con la cassetta ‘To The Bone’ come prima uscita discografica, i cinque proseguono il loro percorso con questo nuovo ep intitolato ‘Heavy Blues’. Il gruppo suona sempre più compatto, le coordinate rimangono sempre quelle del hardcore moderno che strizza l’occhio tanto alla scuola Bridge Nine per le sfuriate quanto al punk/alternative rock alla Drug Church per le parti più lente, creando un bilanciamento perfetto tra i quattro brani presenti nel 7”. I cinque non hanno paura di osare, mettendo a fuoco diverse idee che saranno probabilmente sviluppate con la prossima uscita. L’unica che pecca del disco a mio avviso è la durata perchè le canzoni filano che è un piacere e vorresti sentirne ancora. Un ep decisamente valido, fossi in voi ci darei un ascolto.
(Michael Simeon)

Submit a Comment