Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | October 21, 2020

Scroll to top

Top

No Comments

Sonoinlista: Trabant Disco Spaceship: 25 novembre Fondazione Arnaldo Pomodoro Milano

Sonoinlista: Trabant Disco Spaceship: 25 novembre Fondazione Arnaldo Pomodoro Milano

Pronti Al Peggio e Fondazione Arnaldo Pomodoro presentano: Sonoinlista: Trabant Disco Spaceship

Il 25 novembre La Fondazione Arnaldo Pomodoro di Milano si trasforma per una sera soltanto in un’astronave diretta verso il pianeta “disco” Per essere-in-lista? Paga all’ingresso e decolla…
25 novembre 2010 ore 21:00
Sonoinlista: Trabant Disco Spaceship
Ingresso 8/5
Fondazione Arnaldo Pomodoro, Via Solari 35, Milano
http://www.myspace.com/trabant

Dal vivo sono una delle band live più potenti della scena italiana. Con loro saliremo su un’astronave diretta verso non si sa bene dove: pianeti sconosciuti, alieni e pistole laser difettose per un set senza interruzioni, simile ad una vera e propria suite interstellare. Dance,
tecno, disco, punk funk, macchine, sintetizzatori e strumenti di modernariato d’ogni genere arriveranno sul palco della Fondazione Pomodoro per un’improvvisazione irripetibile capace di farci davvero viaggiare. E ballare ovviamente. Sonoinlista: cos’è? Non è un concerto né una registrazione televisiva e neppure una performance. Un mix di tutte queste cose assieme piuttosto. Sonoinlista è la nuova rubrica del format di web-tv musicale Pronti Al Peggio: un concerto unico particolare e irripetibile in cui la band sul palco realizza qualcosa su misura, pensata costruita e suonata esclusivamente per questa occasione. Il tutto ripreso, scenografato e disturbato dal team di Pronti Al Peggio nella spettacolare cornice della Fondazione Arnaldo Pomodoro di
Milano. Pronti Al Peggio cos’è? E’ il nome di un nuovo format di web-tv musicale. Le migliori idee che girano nella rete frullate e rimescolate per chi queste cose le ama fino al midollo. La musica non fa ascolto, la musica non importa a nessuno – dicono- noi ce ne freghiamo e andiamo avanti. Vediamo se le cose cambiano.

Submit a Comment