Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | January 27, 2021

Scroll to top

Top

No Comments

Spanish Love Songs ‘Brave Faces Everyone’

Spanish Love Songs ‘Brave Faces Everyone’
Salad Days

Review Overview

8.5
8.5
8.5

Rating

SPANISH LOVE SONGS
‘Brave Faces Everyone’-12”
(Pure Noise)
8.5/10


Lo dico senza troppi giri di parole, anche se siamo appena a febbraio: questo nuovo lavoro dei Spanish Love Songs si candida tranquillamente ad essere uno dei dischi dell’anno per quel che riguarda il punk rock. Lo si era capito dai singoli apripista ‘Kick’ e ‘Losers’ che questo sarebbe stato un gran album: il gruppo, dopo il buonissimo ‘Schmaltz’, ha deciso di alzare ulteriormente la posta in gioco e fare le cose in grande, passando anche da A-F Records alla più grossa Pure Noise Records. Il risultato è il nuovo ‘Brave Faces Everyone’, un grosso tuffo al cuore in 10 atti. Il sound del gruppo è riconducibile a quel punk emozionale tanto caro a gruppi come The Menzingers e affini, che strizza però l’occhio a qualche influenza alternative rock, arricchendo un suono già di per sè corposo grazie ad un rinnovato affiatamento a livello strumentale e ad una produzione al limite della perfezione. Ma il vero punto di forza del disco è la performance vocale del cantante Dylan Soclum, bilanciata tra melodico e quel pizzico di ruvido che misto al tremolio costante dà quel tocco emozionale che arriva dritto al cuore, sposandosi alla perfezione col tessuto sonoro intrecciato dal resto della band. Senza dimenticare i testi che descrivono senza troppi peli sulla lingua le difficoltà della vita in svariate sfaccettature, assumendo anche toni cupi ma senza perdere quel senso di speranza che evita di farti affondare, invitandoti a tenere la testa alta sia nei momenti buoni che nelle difficoltà. Una grande prova di maturità da parte dei Spanish Love Songs, che entrano prepotentemente tra i “grandi” del genere direttamente dalla porta principale, con un album che, come detto a inizio recensione, si candida ad essere uno dei dischi dell’anno già a febbraio. E scusate se è poco.
(Michael Simeon)

8rvh7fzbkii03-ckaoocjhp3tpk28xn9ojygl484bm8npgex8njvpyjdpcvailtqkmjoeq6xxumb4dlyhoolv8hznjwkh8m85ppd1q8xi-y-tsxqlk9cvicofczozjqc0drog-ws0-d-e1-ft

Submit a Comment