Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | September 23, 2019

Scroll to top

Top

No Comments

Spidergwad ‘III’

Spidergwad ‘III’
Salad Days

Review Overview

8
8
8

Rating

SPIDERGAWD
‘III’-LP
(Stickman)
8/10


Arriva il terzo capitolo targato Spidergwad e non possiamo che rimanere ancora una volta increduli per il rapporto prolificità/quantità del materiale che proviene dai membri dei Motorpsycho. E’ davvero un peccato e quasi dispregiativo ormai considerare gli Spidergwad solamente come un passatempo della band nativa di Trondheim perchè, di disco in disco quello che poteva essere visto come un ispirato side-project è diventato un gruppo che non ha quasi nulla da invidiare ai più importanti act di hard rock di stampo seventies. ‘III’ suona davvero compatto, molto fluido e “roccioso” nel suo incedere tra rock’n'roll sudato, come lo sanno fare in Scandinavia, e la testa e il cuore in territori più stratificati e heavy psych. Proprio questo approccio diretto fa spiccare il volo a ‘III’, soprattutto perchè questa attitudine sanguigna riesce a stemperare e completa molto bene le derive più “colte” (sì, il sax è ancora utilizzato) che il gruppo inevitabilmente sceglie di percorrere in più di un episodio (‘The Best Kept Secret’ e la suite in tre parti ‘Lighthouse’). Visto il legame particolare con l’Italia non vediamo davvero l’ora di rivederli all’opera live e proporre in scaletta l’ottimo materiale presente in questo ‘III’.
(Davide Perletti)

Submit a Comment