Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | May 22, 2022

Scroll to top

Top

No Comments

SPIRIT MOTHER ‘LIVE IN THE MOJAVE DESERT VOL.3’

SPIRIT MOTHER ‘LIVE IN THE MOJAVE DESERT VOL.3’
Salad Days

Review Overview

6.5
6.5
6.5

Rating

SPIRIT MOTHER
‘Live In The Mojave Desert vol.3’-STREAM LIVE
(Heavy Psych Sounds)
6.5/10


Continuo da dove c’eravamo lasciati, cioè dai Nebula e dall’operazione ‘Live In The Mojave Desert vol.2’. Consiglio quindi di affrontare questo delirio dopo aver letto la rece di cui sopra. Partiamo male: un’ora e più di attesa prima del live vero e proprio: cazzo non mi hanno ascoltato! Nevertheless, mi viene da salvare l’attesa perché (tra l’altro) passa una galoppata strumentale degli Earthless, una quindicina di minuti da paura tratti dal primo episodio (avete letto? Lo sapete che l’avevo perso?). All’ennesimo jingle che pubblicizza poster e uscite fisiche varie, sto per interrompere lo streaming. Ma per fortuna arriva, come il treno di ‘30 Secondi Dalla Fine’, un video allucinante degli Acid King (WOW, che gruppo!) che mi teletrasporta alle pre-interviste di rito. Sbuffo, ma le salvo: sono coinvolti un paio di “veci” della produzione, e quindi c’è qualche gustoso aneddoto sulle dinamiche del deserto. Non me ne voglia Armand Lance, il master mind del primo (ed unico) ‘Cadets’: è un po’ troppo giovane e pulito per i miei gusti, e soprattutto per sentirmela raccontare (per intenderci, i Verdena se lo mangerebbero a colazione). Arriviamo al live un po’ spompi, ma finalmente il termometro si alza. Concerto in notturna, effetti luce da paura, (quasi) zero editing sul video. Tecnicamente (a mio modo di vedere) il live rende molto meglio dei Nebula. No rallentati… no specchi. Solo qualche secondo di fuffa in corrispondenza della fine dei due blocchi. Lo sapete, questa cosa dell’intervista a metà strada mi fa star male! Nel caso dei nostri giovani californiani, poi, l’interruzione è troppo fuori luogo (notte/giorno/notte). Moreover, causa vento, non si capisce niente, roba che Cruciani sarebbe uscito dalla ‘Zanzara’ e li avrebbe ammazzati. Non abbiamo ancora parlato della musica. Apprezzabile la scelta di chi ha pensato alla line up di questo “festival”: un gruppo con una sola uscita alle spalle, un bel rischio dopo dei giganti come i Nebula. Apprezzabile la scelta di chi ha pensato alla line up di questo “festival”: un gruppo che si muove ai limiti dello stoner, un bel rischio dopo dei giganti come i Nebula. Il mio problema? Il mio limite? Il violino. Ammetto che faccio una gran fatica a digerirlo come “strumento rock”. E, badate bene: ne ho sentito tanto di “rock con violino”. A partire dai Cwill, ve li ricordate? Un gruppo hardcore svizzero di cui ho anche un paio di dischi. Urla old skool con intermezzi “evocativi”, ma il violino là era come la cornamusa nei primi Dropkick Murphys: un “abbellimento”. Purtroppo non ho i mezzi tecnici, né gli ascolti, per apprezzare il lavoro di Rodrigo con Agnelli e company. Insomma. Solo Laurie Anderson me lo fa piacere fuori dal suo contesto: ma stiamo parlando di musica elettronica, di avanguardia, non certo di rock. Finisco. De gustibus, ma preferisco i pezzi dove “vince” la chitarra, tipo (parlo del set in questione) ‘Go Getter’… oppure i brani in cui il violino è pizzicato, e quindi o comunque non così invadente, forse ‘Space Cadets’? Il resto è un po’ troppo pomposo. A proposito di barocco. Visto lo stream live dei WhoMadeWho a cura di Cercle, in occasione di non mi ricordo quale allineamento astrale? Cazzo, parlo di una performance dei nostri danesi preferiti dal tempio di Abu Simbel! E avete notato che nella presentazione del network “elettronico” dell’evento, quindi in un contesto totalmente diverso dal live in Mojave, si tirano dentro, anche qui e per la ennesima volta, i Pink Floyd ed il loro concerto a Pompei? L’anno prossimo sono cinquanta anni da quel set e siamo ancora fermi lì!?? Pazzesco (in senso negativo). E i Cure a Orange (per dirne uno, il primo che mi viene in mente)? Terraforma? Burning Man? I Kraftwerk a Bilbao?
(fmazza1972)

Submit a Comment