Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | January 24, 2022

Scroll to top

Top

No Comments

Spiritual Beggars ‘Sunrise To Sundown’

Spiritual Beggars ‘Sunrise To Sundown’
Salad Days

Review Overview

8
8
8

Rating

SPIRITUAL BEGGARS
‘Sunrise To Sundown’-LP
(Century Media)
8/10


Non si può certo dire che gli Spiritual Beggars siano un riempitivo per il dinamico duo Michael Amott e Sharlee D’Angelo, che riescono ormai da anni a suddividersi in maniera pressochè perfetta tra questo progetto di matrice seventies e gli Arch Enemy. ‘Sunrise To Sundown’ è il nono album in carriera per la band e anche se probabilmente i fasti del capolavoro ‘Ad Astra’ del 2000 sono inarrivabili, è pur vero che questo dischetto mostra il gruppo in uno stato di grazia assoluto. L’hard rock degli Spiritual Beggars è vibrante, caldo e avvolgente, ricco di sfumature blues e più vicino alla scena americana e certo hard rock britannico che a quella scandinava, portando il sound tipicamente seventies negli anni 2000 (sì, leggete tra le righe la frecciatina ai Witchcraft e ai revisionisti ad oltranza!). L’ex Firewind Apollo Papathanasio si dimostra un singer con i controfiocchi colorando brani come la superba ‘Diamond Under Pressure’ in modo impareggiabile. Tra scorie psichedeliche e singoli d’impatto (‘Dark Light Child’) gli Spiritual Beggars hanno fatto di nuovo centro e ci troviamo di fronte zitti zitti ad un album che scommetto non uscirà tanto presto dalle nostre playlist.
(Davide Perletti)

Submit a Comment