Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | October 1, 2020

Scroll to top

Top

No Comments

Stephen Malkmus & The Jicks ‘Wig Out At Jagbags’

Stephen Malkmus & The Jicks ‘Wig Out At Jagbags’
Salad Days

Review Overview

8
8
8

Rating

STEPHEN MALKMUS & THE JICKS
‘Wig Out At Jagbags’-CD
(Domino)
8/10


Se sei l’ex leader dei Pavement, sappi che avrai gli occhi puntati addosso per il resto della tua carriera, volente o nolente. Anche quando decidi di rilassarti con uno slack-rock alquanto leggerino. Accompagnato dai fedeli The Jicks (sesto album insieme a loro), il musicista californiano stende il telo da mare in spiaggia libera per un disco che possiede un’aurea fortemente cosmopolita (concepito a Portland, registrato in uno studio nelle Ardenne, influenzato dalle città di Colonia e Berlino). Prodotto dallo stesso Malkmus, dalla band (Joanna Bolme, Jake Morris, Mike Clark) e da Remko Schouten (olandese, il tecnico del suono storico dei Pavement), ‘Wig Out At Jagbags’ suona sfumato (‘J Smoov’), britannico (‘The Janitor Revealed’), sferzante (‘Shibboleth’, perché – ricordiamolo – i Pavement sono arrivati prima dei Nirvana), libero (‘Independence Street’), effervescente (‘Cinnamon And Lesbians’, mi pare primo singolo), appassionato (‘Rumble At The Rainbo’, con finale reggae). Forse qualcuno storcerà il naso perché non c’è molto di nuovo, sotto il sole di questo disco, ma la luce della scrittura si offre abbagliante, per una delle uscite più freaky di questo inizio anno. Vi suggerirei di giocherellarci un po’.
(Flavio Ignelzi)

Submit a Comment