Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | December 11, 2018

Scroll to top

Top

One Comment

Straight & Alert Records micro special reviews!

Straight & Alert Records micro special reviews!
Salad Days

Straight & Alert Records micro special reviews!

(Txt by Marco Pasini x Salad Days Magazine – All Rights Reserved)
http://www.straightandalert.com/

DOG CHAINS
‘Give/Take’-7”
(Straight & Alert)
7.5/10

Straight & Alert è una nuovissima etichetta hardcore straight edge francese (di Nantes per la precisione) che si sta segnalando come molto attiva nel panorama europeo. I Dog Chains sono tedeschi, si formano nel 2012 e dopo un demo questa è loro seconda uscita. I gruppi di riferimento sono Righteous Jam, Mental con un tocco di Jutice e di gruppi della NYHC di fine anni’80 come gli Outburst e gli Absolution. Hardcore potentissimo, che dosa sapientemente momenti mosh per spaccarsi di legnate nel pit a momenti di pura e sana velocità ideali per stage diving e pile on all’ultimo sangue. I pezzi sono strutturati in maniera perfetta, suonati in maniera eccelsa e senza un attimo di respiro. Le chitarre hanno quel suono crunchy combinato ad una dose di melodia che farà la felicità di chi non cerca solo velocità cieca e furiosa. La voce si adatta alla perfezione al genere, dando una marcia in più al tutto. La sezione ritmica è un macigno in grado di imprimere la spinta essenziale dando vita ad un suono cadenzato e coinvolgente. Completa il tutto un artwork curato nei minimi dettagli ed una registrazione che esalta il suono dei nostri giovani tedeschi. Mooolto consigliati!

a0830989995_10

CLEAN BREAK
‘Face Value’-7”
(Straight & Alert)
7/10

Sul finire degli anni’90 primi anni 2000 la piccola città di Faro in Portogallo fu uno degli epicentri della rinascita della scena straight edge in Europa. Gruppi come Pointing Finger guidavano questa rinascita e suonavano davvero molto (io stesso li vidi al Capolinea di Faenza). Dalla medesima città poi provenivano fanzine ed etichette molto ben fatte. Poi, come spesso accade, il vuoto totale. Quindi è con estremo piacere che mi ritrovo a recensire questo 7” dei Clean Break, con membri di Pointing Finger e Pressure. Il tipo di hardcore che i nostri suonano è chiaramente ispirato a quei mostri sacri che prendono il nome di Chain Of Strength e Youth Of Today. Aspettatevi tanta velocità, stacchi e cori a profusione da cantare in mezzo ad una bolgia d’inferno. Questo tipo di hardcore prende il meglio dalla pesantezza tipica dei gruppi della East Coast americana mixandola con la melodia e un certo gusto rockeggiante dei gruppi della West Coast. Il risultato è assai positivo, visto che i nostri riescono a costruire un muro di suono potente ed incisivo, senza però perdersi nella banalità di certi giri sentiti e risentiti migliaia di volte. La cosa che più mi fa propendere per un giudizio estremamente positivo è l’atmosfera di sincertità che permea questi pezzi. Non c’è nulla di costruito e artificiale, solo del buon vecchio e caro hardcore suonato con passione e dedizione. Mi fa davvero piacere che il Portogallo riesca ancora a sfornare gruppi di questo calibro, visto che ce n’è veramente tanto bisogno.

a1043285923_10

SAID AND DONE
‘Better Days’-LP
(Straight & Alert)
7/10

Il ritorno degli olandesi Said And Done è per me una piacevolissima sorpresa. Li avevo lasciati al 7” ‘The Weight Of The World’ uscito per l’inglese Carry The Weight Records e con un suono leggermente diverso. Se infatti nel 7” i riferimenti erano gruppi del calibro di Cro Mags e Leeway, qui il tiro si sposta decisamente su band come Supertouch, Foo Fighters e Underdog. La cosa mi fa molto piacere a diverla tutta. Solitamente non sono un grande fan dei gruppi che cambiano troppo il loro sound, ma in questo caso devo prendere atto che è stata una scelta molto azzeccata. Un suono caldo, figlio della corrente emo core della revolution summer di scuola Dischord impreziosito da elementi di rock moderno che contribuiscono a creare pezzi di caratura elevatissima. Le chitarre disegnano geometrie perfette, mentre basso e batteria suonano in maniera da costruire un’atmosfera ideale per una voce potente ma allo stesso tempo capace di creare melodie avvincenti. Il suono è semplicemente perfetto, con continui richiami a gruppi come Farside e Sensefield, gruppi tanto grandi quanto mai troppo considerati. Ascoltare questi pezzi mi fa tornare indietro agli anni’90, quando accanto ai gruppi hardcore uscivano gruppi molto più soft, ma in grado di regalarmi grandi emozioni a livello uditivo. Segnalo poi Cercate di recuperare questo disco e lasciatevi trasportare dalla magia di questi brani. Non ne rimarrete delusi.

a4084485768_10

SOCIAL DAMAGE
‘Both Demos’-7”
(Straight & Alert)
7/10

Da Indianapolis, terra di motori e dell’etichetta vegan straight edge per antonomasia Catalyst Records, giungono i Social Damage. Il 7” in questione è una raccolta dei due demo tape usciti per Criminal Rights Records. Rocciosissimo hardcore straight edge grezzo e brutale, un pugno in faccia a sorpresa. Azzarderei un paragone con I Judge meno metallosi, gli Straight Ahead e gli Youth Of Today di ‘Can’t Close My Eyes’. Un suono feroce e tritatutto, nessuna concessione alla melodia. Brani semplici e costruiti in maniera tale da far esplodere il pit in un inferno di gambe e braccia all’aria. Musicalmente suonano in maniera impeccabile, tempi tiratissimi, voce al vetriolo e quella sana coscienza tipicamente hardcore nel voler mettere l’impatto fisico prima di tutto. Sì perchè i Social Damage sono fisicità allo stato puro. Il loro modo di suonare è figlio diretto di un mondo ormai in rovina, dove solo una ferrea disciplina straight edge può fare la differenza. Aprono un calderone di violenza e ferocia I Social Damage, senza fare sconti a nessuno. Il suono è grezzo, le chitarre sono martelli pronte a colpire, la sezione ritmica è pura energia che esplode in una furia cieca e rabbiosa. Io l’hardcore straight edge lo intendo così. Dategli una chance, non ve ne pentirete.

Comments

Submit a Comment