Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | April 26, 2019

Scroll to top

Top

No Comments

Striker ‘S/t’

Striker ‘S/t’
Salad Days

Review Overview

4.5
4.5
4.5

Rating

STRIKER
‘S/T’-CD
(Record Breaking)
4.5/10


Cosa è successo? Cosa è successo ai canadesi Striker? Li avevo lasciati autori di un ottimo speed metal anni ’80, in compagnia dei Cauldron ed ora me li ritrovo con questo album paccottiglia in cui a tratti sembrano gli Avenged Sevenfold misto al peggior glam metal anni’80. No no, non ci siamo proprio. Suono robotico, privo di qualasiasi appeal, pezzi piatti come sogliole e in alcuni casi anche un cantato simil rap. Mi chiedo cosa sia successo? Voglia di denaro facile? Voglia di arrivare al circuito mainstream? Perdita di identità? Già con il precedente ‘Stand In The Fire’ avevo presagito cedimenti strutturali, ma non credevo in uno scempio di tale portata. ‘Eyes In The Night’ del 2010 sembra scritto e suonato da una band totalmente diversa, tanto è il divario di suoni e registrazioni con le ultime produzioni. Invece sono sempre loro. Questo manipoli di pezzi è deficitario in tutto: riff già sentiti e ripetitivi, songwriting scialbo ed una registrazione orripilante. Fidatevi di me, non ascoltatelo neanche e recuperate il già citato ‘Eyes In The Night’, che per il sottoscritto è l’apice della loro produzione. RIP, Striker.
(Marco Pasini)

Submit a Comment