Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | May 16, 2022

Scroll to top

Top

One Comment

Stuka Party ‘Schmeiser Smasher’

Stuka Party ‘Schmeiser Smasher’
Salad Days

Review Overview

7
7
7

Rating

STUKA PARTY
‘Schmeiser Smasher’-CD+10”
(Hammerheart Records)
7/10


Ascoltando questo gruppo mi vengono in mente quelle pazze produzioni della mai troppo compianta Slap A Ham di Chris Dodge (mente tra i tanti gruppi dei funanbolici Spazz). L’etichetta californiana era specializzata nel buttare fuori del pazzesco e malatissimo grindcore con molteplici influenze e di sicuro questi Stuka Party non avrebbero sfigurato nel suo roster. Allora cominciamo subito col dire che il pezzi presenti (che verrano stampati in cd e 10”, venduti assieme in 300 copie) sono una sorta di concept ruotante attorno alla figura dello Stuka, aereo utilizzato dalle armate tedesche durante la seconda guerra modiale ed in grado di compiere bombardamenti in picchiata e in verticale. Dietro al gruppo c’è la figura di William Blackmon dei Gadget, gruppo svedese dedito ad un feroce grindcore che ebbi occasione di vedere al Rock Planet di Pinarella Di Cervia anni fa in apertura del set solista di un componente dei Millencolin. Ho parlato di gruppo ma qui in realtà si tratta di un duo basso batteria che si getta in un grind ricco di influenze (tra cui anche un po’ di elettronica) strumentale, inframmezzato da sample di comunicazioni via radio di piloti del suddetto Stuka. Il risultato, è almeno per me, davvero interessante. Brevi schegge suonate alla velocità della luce che si esauriscono in un battito di ciglia. Una raccolta di pezzi non per tutti, ma per coloro che cercano un’esperienza catartica e non hanno paura della sperimentazione.
(Marco Pasini)

Comments

  1. patrik

    ciao
    una sola domanda:

    come mai nella locandina proposta sopra c’è in un collage con la bandiera dell’aviazione inglese e l’aereo spitfire se si parla degli Stuka?

    ciao hc never die!

    :)

Submit a Comment