Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | August 21, 2019

Scroll to top

Top

No Comments

Supersuckers ‘Get The Hell’

Supersuckers ‘Get The Hell’
Salad Days

Review Overview

7.5
7.5
7.5

Rating

SUPERSUCKERS
‘Get The Hell’-CD
(Steamhammer/Spv)
7.5/10

Non saprei se il ritorno alle radici punk sbandierate nelle info-sheet promozionali sia così evidente. Direi che questo nono studio-album dei veterani Supersuckers suona punk ma né più, né meno dei precedenti, quindi sempre hard/rock’n’roll sporco, vizioso, triviale, che non sembra aver subìto variazioni sostanziali nonostante il silenzio discografico durato un po’ di anni. Il quartetto dell’Arizona, anzi, prova a mescolare ancor di più le carte in tavola e riprende ‘Never Let Me Down Again’, un pezzo dei Depeche Mode (musicalmente agli antipodi, of course), riproponendolo in una loro interpretazione che sembra uscita direttamente da un losco saloon losangelino. Un po’ più allineata risulta l’altra cover del disco, ‘Rock On’ del ciuffomunito Gary Glitter posta in chiusura, in cui il lato glam aiuta l’amalgama col repertorio storico dei Supersuckers in una versione particolarmente saltellante e retrò. Con un esito non troppo distante da quello dei gruppi scan-rock, lo stagionato quartetto statunitense imbastisce un party-album senza grandi pretese, se non quelle di coinvolgere e farla spassare per trentacinque minuti. Che è pure lo scopo di ogni disco di grande rock’n’roll. Sparate a manetta la title-track iniziale e sballatevi.
(Flavio Ignelzi)

Submit a Comment