Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | January 24, 2022

Scroll to top

Top

No Comments

Tau Cross ‘Pillar Of Fire’

Tau Cross ‘Pillar Of Fire’
Salad Days

Review Overview

10
10
10

Rating

TAU CROSS
‘Pillar Of Fire’-2xLP/CD/Digital
(Relapse)
10/10


I Tau Cross sono un gruppo per palati fini. Il loro mix di metal, crust, punk, industrial e new wave è per coloro che riescono a travalicare i confini dei generi. Per coloro a cui piace andare fino in fondo in ciò che ascoltano. Dietro ai Tau Cross ci sono le menti di due prime mover dell’estremo made in England e made in Canada. The Baron degli Amebix e Away dei Voivod. Due band che hanno scritto capitoli fondamentali e che giustamente sono state e vengono ancora tributate in tutta la loro importanza. Il secondo capitolo di questa band, che vede tra le sue fila anche membri di Misery e War // Plague, è un disco eccellente sotto tutti i punti di vista. I brani sono molto orecchiabili, giocati sulla voce del Barone, che si fa catramosa e roca, fino a toccare vertici di pura profondità quando la musica rallenta. Un vero istrione. Il drumming di Away è semplicemente perfetto: suona con maestria, dosando sapientemente classe e stile, dando ai brani un incedere marziale. La vera parte del leone la fanno però i riff: maestrosi e granitici, vari e con quel retro gusto hard rock spaccone e coinvolgente. I testi sono quelli classici a cui il Barone ci ha abituato da sempre: analisi ipotesi extra-terrestri, analisi sui paesaggi politici che si disegnano all’orizzonte, la mitologia e molto altro. La perfezione della registrazione ci restituisce un gruppo in grandissima forma. Non ho altro da aggiungere. Tra le cinque migliori uscite dell’anno.
(Marco Pasini)

Submit a Comment