Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | December 3, 2021

Scroll to top

Top

No Comments

THE COPYRIGHTS ‘ALONE IN A DOME’

THE COPYRIGHTS ‘ALONE IN A DOME’
Salad Days

Review Overview

7.5
7.5
7.5

Rating

THE COPYRIGHTS
‘Alone In A Dome’-LP
(Fat Wreck Chords)
7.5/10


Alle soglie del 20esimo anno di carriera, The Copyrights tornano con il settimo album della loro corposa discografia e lo fanno in grande stile uscendo per la Fat Wreck Chords. Ho letto in giro un po’ di critiche a questo album, che vanno dalla scarsa ispirazione alla produzione leccata fatta apposta per l’etichetta, insomma le classiche critiche che saltano fuori quando c’è un minimo di differenza rispetto a lavori passati. L’unica cosa su cui sono d’accordo è che sarebbero dovuti finire prima su Fat Wreck Chords, perché avrebbero meritato un maggiore riconoscimento già dieci anni fa come minimo, e ne avrebbe guadagnato pure l’etichetta. Ma le altre “critiche” per come la vedo io lasciano il tempo che trovano. Certo non è ‘Mutiny Pop’ o ‘North Sentinel Island’, ma ‘Alone In A Dome’ a modo suo è un gran disco che suona fresco e che molti gruppi farebbero carte false per scriverlo. I pezzi che compongono il lavoro dovrebbero essere inseriti nel bignami di quello che dovrebbe essere il pop punk nel 2021. Certo ci sono anche dei pezzi più rilassati, i classici riempitivi, ma se siamo riusciti a perdonare album “brutti” ai Teenage Bottlerocket non vedo perché accanirsi sull’album di un gruppo che pur avendo rilasciato perle nella sua carriera riesce ad essere figo anche “sottotono”, giusto per far capire il livello che hanno raggiunto The Copyrights. Io ne sono soddisfatto: 29 minuti di punk rock, hooks melodici ed energia che scivolano via liscissimi che ti lascia quella voglia di far ripartire il disco in repeat una volta giunto al termine. Cosa volete di più?
(Michael Simeon)

The Copyrights by Patrick Houdek

Submit a Comment