Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | November 28, 2022

Scroll to top

Top

No Comments

The Dillinger Escape Plan ‘One Of Us Is The Killer’

The Dillinger Escape Plan ‘One Of Us Is The Killer’
Salad Days

Review Overview

9
9
9

Rating

THE DILLINGER ESCAPE PLAN
‘One Of Us Is The Killer’-CD
(Party Smasher/BMG)
9/10


Sappiamo chi sono e sappiamo quello che suonano. Non siamo nati ieri e sappiamo che gente del calibro dei Dillinger Escape Plan, per loro natura, non riesce a scrivere (neanche a volerlo) qualcosa che non sia quantomeno stimolante. ‘One Of Us Is The Killer’ è il quinto album in studio e conferma la caratura stellare della band originaria del New Jersey. Prendete le mie parole nella giusta prospettiva: è facile esaltarsi per un disco come questo, per uno come me. Crossover totale, math-core che a volte scivola nel grind (‘Hero Of The Soviet Union’) e altre volte muta in jazz (‘When I Lost My Bet’). Certo, c’è anche roba potabile per la grande massa, come la titletrack, che ricorda le ballatone dei Faith No More, ma con una densa carica chitarristica. Oppure le movenze dark ma anche prog-metal di ‘Nothing’s Funny’ che sfociano in un ritornello melodico che quasi sorprende per la sua linearità. Ma non si tratta neanche di cessioni alla commerciabilità, né indebolimenti del concept. È qualcosa che doveva essere così e basta. C’è un disco intero per sperimentale e per liberare virtuosismi tecnici (lo strumentale ‘CH 375 268 277 ARS’) fino alla cima ‘Crossburner’, summa in saliscendi di tutto quello che è post-core firmato TDEP. Giganteschi.
(Flavio Ignelzi)

Submit a Comment