Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | July 5, 2020

Scroll to top

Top

No Comments

The Gay Agenda ‘Penetrating’

The Gay Agenda ‘Penetrating’
Salad Days

Review Overview

8
8
8

Rating

THE GAY AGENDA
‘Penetrating’-CD
(Escalera)
8/10


La meravigliosa e ormai spero poco sconcertante dicotomia che vive nei The Gay Agenda li pone di diritto tra i gruppi esordienti più interessanti della scena hardcore nell’anno 2020. Si formano nel 2017 a San Diego e pubblicano un EP nel 2018, per arrivare oggi con il loro primo LP ‘Penetrating’. Titolo che racconta parecchio di questa band dal suono hardcore (grindcore) in pieno stile Napalm Death periodo ‘Scum’. Per non sbagliare, è impossibile non riconoscere influenze come Tragedy, Disrupt o Limpwrist. Ora che il quadro è chiaro è importante concentrarsi sulle derivazioni culturali di questo genere musicale, intellettuale, si, no, forse, ma sicuramente iper-machista e figlia di nichilismo e misoginia. Ad interrompere la connessione tra maschio alpha e punk hardcore, in tutte le sue derivazione, arriva il queercore e a San Diego ci sono delle nuove stelle, ossia i The Gay Agenda, che con canzoni come ‘Homo Riot’ (in collaborazione con Justin Pearson – Retox, The Locust) o ‘Masculinity Is A Prison’ e diventano il perfetto manifesto di un momento storico più che controverso. Avevamo bisogno di band che tornasse a sottolineare certi concetti, questo è poco ma sicuro (no ironia).
(Valentina Vagnoni)

ifkusnvygijlwc-glv2vkrfmmqngb_bzzb7qyn3henk-dby-xan53nrstkkjwmfp4fillcogadrlnyoylysarlx3o_e3vrfbfqlz60pk6xmpe_hkqvnu4yko4iyjxsjzziol9vlrifqjpginkcig4ukkhh9b-fjzmlv5znndvflyyjksru-0s0-d-e1-ft

Submit a Comment