Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | August 19, 2019

Scroll to top

Top

No Comments

The Good The Bad And The Zugly ‘Misanthropical House’

The Good The Bad And The Zugly ‘Misanthropical House’
Salad Days

Review Overview

8
8
8

Rating

THE GOOD THE BAD AND THE ZUGLY
‘Misanthropical House’-CD
(Fysisk Format)
8/10


Davvero una bella sorpresa la band norvegese dei The Good The Bad And The Zugly, vale già solo l’ascolto di ‘I Lied About Being A Hardcore Man’, quarta traccia di ‘Misanthropical House’ che profuma di D.I. (!!!), per farmeli diventare subito una delle mie band preferite del momento, ma in verità il punk rock scanzonato e very fun di questi norvegesi è davvero di ottima fattura già in apertura, ‘H-Bomb’ è un apripista hard & cool d’eccezione ed un piccolo assolo nel finale con la miccia nel culo alla Turbonegro ne sancisce un riconoscimento d’onore. E poi ‘Ripe For The Grave’ che rasenta in modo serrato l’hardcore emozionale dei Fucked Up , mentre ‘West Coast Exile’ produce addirittura un doppio coro di chitarre e voci che ti meraviglia ancora e ancora. Mizzica che roba! ‘International Asshole’ è un mid tempo street punk con ancora sentori Turbonegro/Anal Babes, è il giro di boa di quest’album, un punto fermo, un brano leader. Ma le sorprese davvero non vogliono finire, ‘Sickness Unto Death’ è una sorta di ballata per anime e corpi di mezz’età e per certi versi nichilista, un resistere malgrado tutto e malgrado il decadimento fisico, ma bizzarramente il brano è uno dei più easy e FM dell’intera lista. Tanta roba insomma per un album assolutamente da avere. Oslo rulez.
(Giuseppe Picciotto)

091961

Submit a Comment