Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | December 3, 2022

Scroll to top

Top

No Comments

The Joy Of Painting ‘Tender Age’

The Joy Of Painting ‘Tender Age’
Salad Days

Review Overview

7
7
7

Rating

THE JOY OF PAINTING
‘Tender Age’-CD
(South Division Records)
7/10


Nashville, Tennessee, è unanimemente riconosciuta come la capitale mondiale del country, ma nel nostro caso specifico è pure la città d’origine dei Joy Of Painting, giovane quintetto in uscita con il terzo e.p. ‘Tender Age’. Sette canzoncine concise (una ventina di minuti totali) e spensierate per un garage-pop che si risolve in un campionario di svolazzanti leggerezze dal sapore vintage, infagottate in una veste apparentemente più moderna, in siparietti in stile sixties, attraversato da una vena power-pop e certamente rock’n’roll, da uno flavour scaltramente retrò e incanalato dentro i binari del buon gusto. Dalle armonie più sentimentali (‘Back To Romance’) alle schitarratine più classiche (‘High Definitions’), fino ad allungamenti verso certo cantautorato a stelle e strisce (‘Ghost’), il lavoro dei Joy Of Painting piacerà ai fan di Weezer e di Elvis Costello, come suggerito dal flyer stesso, per un risultato che è certamente incoraggiante (considerata la giovane età della band) ma non esaltante, perché, come spesso capita nei dischi che fanno del revivalismo il loro credo, le trovate più stuzzicanti si perdono nell’ammucchiata delle citazioni, in un costante dejà-vu sonoro. À bientôt.
(Flavio Ignelzi)

Submit a Comment