Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | June 28, 2022

Scroll to top

Top

No Comments

The Lawrence Arms ‘Metropole’

The Lawrence Arms ‘Metropole’
Salad Days

Review Overview

7
7
7

Rating

THE LAWRENCE ARMS
‘Metropole’-CD
(Epitaph)
7/10


Per il sesto studio-album, i Lawrence Arms escono per la Epitaph, e già questo è un gran bel riconoscimento, considerando che erano lontani dalle scene da circa otto anni. Il terzetto di Chicago, paladini riconosciuti dell’orgcore-punk (se non sapete cos’è, fate come me e andate a ricercarvi il termine in un urban dictionary qualsiasi, trovate pure l’abbigliamento tipico dell’orgcore-punker), riescono a centrare il giusto equilibrio tra stilemi revival-punk e classico hardcore melodico, con un disco che, in poco più di mezz’ora, rilascia badilate di urgenza, schiettezza e divertimento. Tipo quando scrivono un pezzo per ribaltare completamente un classico dei Guns N’Roses (l’ironica ‘Paradise Shitty’), oppure quando si arrendono al fatto che moriranno vecchi, nonostante tutto (e lo spiegano in ‘Seventeneer (17th And 37th)’). Le due voci, quella del chitarrista Chris e quella del bassista Brendan, sono abbastanza diverse (la prima più melodica, la seconda più aspra) e gli incroci funzionano piuttosto bene. In generale tutto il prodotto procede egregiamente (benché siano sempre i soliti tre accordi) sia a livello spettacolare che a livello contenutistico, con l’aspetto ludico che tende a prevalere, per la gioia dei tanti fan dei tre chicagoani.
(Flavio Ignelzi)

Submit a Comment