Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | September 30, 2022

Scroll to top

Top

No Comments

The Mild ‘Coffin Tree’

The Mild ‘Coffin Tree’
Salad Days

Review Overview

10
10
10

Rating

THE MILD
‘Coffin Tree’-12″/Tape
(Assurd / Toten Schwan)
10/10


C’era parecchio hype attorno al nuovo lavoro dei The Mild, terzetto che da tempo incendia i palchi con la sua miscela di crust, hardcore e metal. Hype che non è andato affatto deluso, visto che questo ‘Coffin Tree’ (edito su 12″ e tape limitata a 75 pezzi) viaggia decisamente su livelli molto alti. I nostri hanno affinato e fatto tesoro del loro già grande bagaglio musical/culturale, confezionando 10 pezzi caustici e aspri, che si susseguono senza tregua con il solo fine di annichilire l’ascoltatore. Un suono oscuro, con chitarre che a tratti mi hanno ricordato quelle degli Entombed di metà anni ’90, sulfuree ma allo stesso tempo con quel piglio catchy e adrenalinico. La voce di Vanny è un rantolo straziante, che vi condurrà in un maelstrom di pura violenza, fatta di sfuriate grind e di breakdown che vi sbudelleranno in una danza macabra. Il tutto è sporcato con stoner e doom, che fanno capolino nelle parti lente, protratte verso l’oblio più nero e avvolgente. Il suone dei The Mild è nero come la morte, ammantato di disperazione gelida e mortifera, in cui tutto è incastrato alla perfezione. Inutile menzionare il solito gran lavoro della sezione ritmica, asciutta e precisa ma in grado di portare il suone dei The Mild direttamente all’inferno. Niente da aggiungere, fate vostre la tape o il 12″ (o tutte e due che male non vi fa di certo) e andate a vederli suonare dal vivo, pregando gli inferi non si sollevino di qualche piano…
(Marco Pasini)

riga7040

Photo: Rigablood x Salad Days Mag – All Rights Reserved

Submit a Comment