Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | December 3, 2020

Scroll to top

Top

No Comments

$uicideboy$ ‘Stop Staring At The Shadows’

$uicideboy$ ‘Stop Staring At The Shadows’
Salad Days

Review Overview

6
6
6

Rating

$UICIDEBOY$
‘Stop Staring At The Shadows’-CD
(G59)
6/10


Siamo arrivati al punto di svolta per il filone sad trap, non basta più una melodia triste su un beat con lyrics da 20enne traumatizzato per essere osannati da orde di ragazzini appassionati di pillole antidepressive e sciroppo per la tosse. ‘Stop Staring At The Shadows’ fatica abbastanza a lasciarsi indietro quel concetto di rap, non sembra portare qualcosa di nuovo e addirittura non sembra fresco neanche comparato alle precedenti uscite $uicideboy$. Se cercate quindi il punto di svolta non è certamente questo ma se volete un disco che vi parla di deathwish, droghe, satanismo (una triade che può essere come non essere presa per vera) quest’ultima uscita è per voi. La sufficienza la raggiunge grazie a pezzi tipo ‘Mega Zeph’ (corto, coinciso, dritto al punto), ‘That Just Isn’t Empirically Possible’ (ottimo mood base / voce), ‘All Dogs Go To Heaven’ (il leit motif “burning at triple six degrees” può essere una poserata ma ammettiamo tutti sia molto figo). Se avete ancora voglia di questo rap a tratti rabbioso a tratti triste un ascolto intero a questo disco è d’obbligo.
(Marco Mantegazza)

Submit a Comment