Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | November 26, 2022

Scroll to top

Top

No Comments

Valley Of The Sun ‘Old Gods’

Valley Of The Sun ‘Old Gods’
Salad Days

Review Overview

8
8
8

Rating

VALLEY OF THE SUN
‘Old Gods’-LP
(Fuzzorama)
8/10


Dalla insospettabile e fredda Cincinnati ci arriva dritto dritto nei nostri player uno dei migliori album hard rock degli ultimi mesi! L’attenta Fuzzorama Records ha messo le mani su questa ottima band che già in passato aveva dimostrato di sapersi districare parecchio bene in campo hard rock, blues rovente, post-grunge e sì, ovviamente desert rock, ma con ‘Old Gods’ i nostri hanno davvero alzato l’asticella. Incredibile la prova alla voce di Ryan Ferrier (anche alla chitarra) che ha seconda dell’occasione si cimenta in parti melodiche stordenti alternate a una performance più grintosa che sembra mischiare in un immaginario Frankenstein sonoro le ugole di C.Cornell, J.Garcia e P.Keenan. Così come la voce alterna parti melodiche ad altre più decise anche il mood sonoro varia molto, tra pezzi prettamente hard rock ad altri lisergici e psichedelici o semplicemente blues (potente e bollente): per capirci la combo ‘Shiva Destroys’ (un breve ma significativo passaggio strumentale tra il deserto e reminiscenze orientali) e ‘Firewalker’ (scheggia hard rock di poco più di un minuto) da bene la cifra di come amano agire i nostri. Nel mezzo tanti ottimi brani, su tutti la semplice ma entusiasmante ‘All We Are’ e la Fu Manchu oriented ‘Faith Is For Suckers’ che in altre mani suonerebbe come un semplice brano riempitivo ma qui assume tutto un altro valore. La conclusiva ‘Dreams Of Sands’ suggella un disco da sogno. Difficile trovare qualcosa di fresco e nuovo in questo tipo di sonorità ma se volete dare una ulteriore chance a questo genere-non genere andate a colpo sicuro su questo ‘Old Gods’.
(Davide Perletti)

Submit a Comment