Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | September 24, 2020

Scroll to top

Top

No Comments

Vamps ‘Underworld’

Vamps ‘Underworld’
Salad Days

Review Overview

6
6
6

Rating

VAMPS
‘Underworld’-CD
(Eleven Seven Music)
6/10


L’esperienza maturata nel corso degli anni da questo duo giapponese, Hyde a voce e chitarra e K.A.Z a chitarra solista e cori, che approda al traguardo del quinto album e primo per Eleven Seven Music riesce tutto sommato a far portare a casa il risultato: ‘Underworld’ si avvale di una serie di elementi a contorno che fanno intendere che nulla è stato lasciato al caso a partire dalla produzione di Howard Benson e dal suo socio Kane Churko che regala profondità ad un sound fatto di chitarre e suoni moderni che prende a prestito le dinamiche dell’hard rock americano (SIXX: A.M. e compagnia assortita) con gli stridori pseudo industriali di Motionless from Motionless In White, e non a caso la voce di Chris Motionless spunta in ‘Inside Of Me’, e Marilyn Manson. ‘Underworld’ non cade mai nel ripetitivo anche se l’effetto “già sentito” è dietro l’angolo, esempio lampante il guest del chitarrista Richard Z. Kruspe (Rammstein, Emigrate) in ‘Rise Or Die’ che sembra un brano uscito proprio da un album degli Emigrate. Chi si accontenta gode e i Vamps non sfigurano tra i nomi sopracitati. Divertenti.
(Davide Perletti)

Submit a Comment