Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | December 2, 2022

Scroll to top

Top

No Comments

Vanth ‘Future Overdrive’

Vanth ‘Future Overdrive’
Salad Days

Review Overview

5
5
5

Rating

VANTH
‘Future Overdrive’-CD
(Shunu)
5/10


Fiorentini trapiantati in quel di Goteborg, i Vanth si cimentano in un ibrido tra metal e synth rock, rimanendo in in limbo sonoro non molto demarcabile e di difficile catalogazione. Se un brano come ‘Left Of Memories’ spicca grazie a chitarre incisive e una parte vocale particolarmente ispirata, non si puÚ certo dire che il restante materiale che compone ‘Future Overdrive’, una sorta di summa di quando fatto dalla band negli ultimi anni visto anche che qualche brano viene ripescato dal precedente ep, riesca a colpire l’ascoltatore o che porti il livello di interesse verso il progetto ad uno step successivo. I brani inclusi in ‘Future Overdrive’ sono di buona fattura, in linea con gli stilemi del genere ma poco caratterizzanti, poco personali nel pescare e assemblare influenze che vanno dai Depeche Mode ai Rammstein per il modo di inglobare l’elettronica nei proprio brani, o le melodie gotiche dei finlandesi 69 Eyes o le atmosfere malinconiche e dimesse dei Sentenced. Pescando un po’ di qua e un po’ di la i Vanth riescono a convincere a metà, mostrando buone capacità ma anche annoiando parecchio senza lasciare il segno.
(Davide Perletti)

Submit a Comment