Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | November 18, 2019

Scroll to top

Top

No Comments

Victims ‘The Horse And Sparrow Theory’

Victims ‘The Horse And Sparrow Theory’
Salad Days

Review Overview

6.5
6.5
6.5

Rating

VICTIMS
‘The Horse And Sparrow Theory’-LP
(Relapse)
6.5/10


‘The Horse and Sparrow Theory’ è davvero un prodotto di ottima fattura, risalta il lavoro fatto in studio davvero accurato, i suoni sono tellurici di forte impatto ed equilibrati, molto meticoloso risulta anche l’impiego fatto sulla voce che, come un strato di catrame, si incolla alla perfezione sui brani. Il sound degli hardcores crust Victims è sempre molto diretto e avvincente e, pur mantenendo una linea deragliante alla Discharge o Tragedy, punteggia frequentemente con una vena melodica le songs sullo stile che potevano avere band come ad es. i From Ashes Rise. Come sempre i testi rivestono un ruolo piuttosto importante, vari gli argomenti: la cupa visione della divisione di classe di massa, l’industrializzazione e la ricerca insensata di auto assorbimento di corruzione e avidità. L’aspetto musicale però, nel complesso, non sembra avere la giusta spinta da poter gridare a qualcosa di importante, soprattutto perché mancano le giuste ispirazioni per far ricordare un brano in particolare e l’idea con cui si sviluppano le songs, in fin dei conti, è sempre la stessa e si ripete per tutti i brani con poche eccezioni vedi: ’The Sea And Poison’ e nel finale ‘Revenge Of Our Fathers’. Peccato, perché la confezione è stata preparata con cura e i veterani Victims hanno tutte le carte in regola per poterci ancora regalare qualcosa di pregiato ma, giustappunto, basta ascoltare qualcosa ad es. degli Integrity per dimenticare immediatamente gli svedesi e il loro ultimo lavoro. Sorry.
(Giuseppe Picciotto)

Submit a Comment