Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | April 15, 2021

Scroll to top

Top

No Comments

Vietcong Pornsurfers ‘We Spread Diseases’

Vietcong Pornsurfers ‘We Spread Diseases’
Salad Days

Review Overview

7
7
7

Rating

VIETCONG PORNSÜRFERS
‘We Spread Diseases’-CD
(Dangerous Rock Rec./Atomic Stuff)
7/10


L’ugola del cantante Tom K. mi ricorda talmente tanto quella di Billy Idol che ascoltando questi Vietcong Pornsürfers mi sembra di rivedere proprio il biondocrinito singer incurvare le labbra e ancheggiare macho dietro al microfono. Soprattutto nella scura (e bellissima) ‘Dead Track’ (per me, top dell’album). Anche quando le ritmiche si fanno ultra-frenetiche, tipo in ‘The Best Song’, ‘Make You Hate’ o ‘I Hate Your Band’ (quest’ultima dovrebbe essere anche primo singolo). L’album parte con una ‘Marcel’ che potrebbe descriversi come una versione punk dei primi D-A-D (vi ricordate la band danese?) grazie a quel riff vagamente Ac/Dc (o semplicemente rock’n’roll), poi c’è una ‘Selfdestructive’ che è carica e poderosa come poche, una ‘Diseases’ che smuoverebbe il culo a un moribondo e anche una ‘We Gotta Burn’ in grado di alzare ancora di più il volume degli amplificatori. Al quartetto svedese, che non si prende un attimo per rifiatare (il disco è veloce e tiratissimo, niente ballad o ammosciamenti) sembra non mancare niente: attitudine punk, provenienza scandinava e due segni diacritici sulla u. Occorre solo un piccolo sforzo in più per distinguersi dagli altri.
(Flavio Ignelzi)

Submit a Comment