Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | February 26, 2021

Scroll to top

Top

No Comments

Wake ‘Sowing The Seeds Of A Worthless Tomorrow’

Wake ‘Sowing The Seeds Of A Worthless Tomorrow’
Salad Days

Review Overview

8
8
8

Rating

WAKE
‘Sowing The Seeds Of A Worthless Tomorrow’–CD
(Sentient Ruin Laboratories)
8/10


Una bella botta di nichilismo, ‘Sowing The Seeds Of A Worthless Tomorrow’ è il terzo album dei canadesi Wake, che in otto tracce compiono un giro del mondo della musica estrema. A partire dalla iniziale e devastante ‘Burn Well’ fino all’ultima e pesante ‘Endless Decay’, si può apprezzare la sintesi che questa band riesce a compiere fra gli stili più radicali in circolazione: grind, black metal, crust, D-beat, noise, sludge e post hardcore. L’essenza grindcore dei Wake si sposa infatti benissimo e senza forzature con influenze e tradizioni diverse, che in differenti momenti del disco, o anche all’interno delle singole canzoni, emergono chiaramente, richiamando associazioni con Nasum, Brutal Truth, poi con Breach e Knut o con The Secret e Cursed. Inutile aggiungere che questo giro del mondo non avviene né in senso orario né antiorario, ma attorno all’unica legge che domina l’universo: il caos. La violenza generata da questi pochi strumenti, racchiude la potenza distruttrice che ognuno porta in sé come un seme dal quale, al netto delle intenzioni, potrà nascere solo qualcosa di vano o dannoso. L’impatto dato dalla velocità e dalle esplosioni repentine e chirurgiche riesce a cogliere nel segno e a regalare uno stile piuttosto moderno per il genere, sempre più impietoso e disumano, ma anche più attento alle atmosfere sepolcrali. Un perfetto attacco al fisico e alla psiche, nato con l’ordine di non fare prigionieri.
(Francesco Banci)

Submit a Comment