Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | December 8, 2022

Scroll to top

Top

No Comments

YOUNG MARBLE GIANTS ‘COLOSSAL YOUTH’ (40TH ANNIVERSARY EDITION)

YOUNG MARBLE GIANTS ‘COLOSSAL YOUTH’ (40TH ANNIVERSARY EDITION)
Salad Days

Review Overview

9
9
9

Rating

YOUNG MARBLE GIANTS
‘Colossal Youth’ (40th Anniversary Edition)-DVD+DOUBLE CD
(Domino)
9/10


‘Colossal Youth’ degli Young Marble Giants ha 40 anni! E malgrado la sua esile sagoma è in splendida forma. Geneticamente parlando, ‘Colossal Youth’ è come un figlio cresciuto su senza genitori fin da quando è nato e, come tale, non ha radici, non ha consigli a cui aggrapparsi, ma una sola via da intraprendere e, soprattutto, ha una vita nuova e avventurosa da affrontare davanti a sé. Un’evoluzione in solitaria. ‘Colossal Youth’ è nato così: disagiato, minimale, scheletrico ma non affamato, post punk, ma anche no! La sua figura è caratterizzata da linee appena accennate, quasi sempre di basso, che sono la base per le primitive ed intuitive canzoni, che però hanno ancora oggi il fascino di un suono outsider ma fortemente attraente, malinconico ed emotivamente introverso, insomma, impossibile distaccarsene. Un suono sincero ed unico. Questa ristampa conta ben due cd che, oltre al già citato album, ha brani tratti dal demo ‘Salad Days’ e dal il singolo ‘Final Day’ e poco altro (sotto questo aspetto edizione davvero risicata). Sorpresa, invece, per il Dvd che riprende il loro ultimo concerto a New York nel 1980, un modo per vedere e inquadrare il trio che, malgrado questo unico figlio, aveva già gettato le basi per un sound che disseterà parecchie band ed in tempi recenti quelle del calibro di Belle And Sebastian e XX. Ma è solo una punta dell’iceberg quella di citare l’eredità di ‘Colossal Youth’, la verità, per questo album, è che permette di guardarti dentro e cercare i ricordi più belli, più intimi e privi di vizio, quelli cui con il passare del tempo la vita, l’usura quotidiana del lavoro e della routine cerca di cancellarti dalla mente. Colossali.
(Giuseppe Picciotto)

Submit a Comment